Sistema Radiant Design Zone per la ristrutturazione di un’abitazione in classe A+: clima ideale, basso impatto ambientale, bassi costi di gestione

Pubblicità

Nel centro storico di Santa Lucia di Piave, cittadina ai piedi delle Prealpi trevigiane, sorge un edificio tra i più antichi del comune, già presente nel catasto austriaco della fine del XVIII secolo, adibito in origine a stazione di posta per il cambio dei cavalli, successivamente modificato e ampliato.

Con la ristrutturazione avvenuta nel corso del 2010-2011 si è intervenuti da un lato sul consolidamento strutturale, mantenendo fede al fabbricato originale, dall’altro sulla riqualificazione energetica dell’edificio. In particolare, per volontà del committente di rendere l’edificio a basso impatto ambientale utilizzando le energie rinnovabili e di abbassare i costi di gestione, lo studio Colombi e Perolari di Fiorano al Serio (BG) in collaborazione con lo studio associato di architettura Cortinovis e Perolari di Vertova (BG) hanno previsto un impianto di riscaldamento e raffrescamento a pavimento, l’alimentazione tramite pompa di calore, un sistema solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria, un impianto fotovoltaico, unitamente ad un cappotto esterno e a serramenti altamente performanti. Alla fine dei lavori l’edificio ha ottenuto la classe energetica A+.

La pianta del fabbricato è stretta e lunga (4,5×20 m) su due livelli per un totale di 130 m2 suddivisi in: zona giorno con sala da pranzo, cucina, soggiorno, bagno e locale tecnico al piano terra; zona notte con 3 camere e un bagno al primo piano.

Per esigenze di comfort climatico durante tutto l’arco dell’anno, estetica, salubrità e ridotti consumi energetici, è stato scelto un sistema RDZ Radiant Design Zone, installato dalla ditta La Termoidraulica di Ballesto Francesco di Susegana (TV), costituito da un impianto di riscaldamento e raffrescamento a pavimento Cover 30 e 60 combinato con un sistema di termoregolazione Wi-SA e con un adeguato sistema di controllo dell’umidità RNW 404 CS e 204 I, che garantiscono il massimo delle prestazioni nel funzionamento estivo ed invernale.

Noto per la sua versatilità e funzionalità, ideale per qualsiasi tipo di applicazione, Cover è il sistema di RDZ ideale per impianti a pavimento radiante a bassa temperatura caratterizzato da ottimo isolamento termico, elevata resistenza meccanica del pannello, installazione semplice e veloce e grande versatilità. Il sistema è costituito da un pannello di polistirene espanso prodotto in conformità alla normativa UNI EN 13163, stampato in idrorepellenza a cellule chiuse, di dimensioni 1161×663 mm. È rivestito superficialmente con un film plastico (150 μm), per garantire protezione dall’umidità e maggiore resistenza alla deformazione da calpestio. È dotato di incastri per l’accoppiamento sui quattro lati; la superficie superiore presenta rialzi di 27 mm per l’alloggiamento dei tubi a interasse multiplo di 8,3 cm e la parte inferiore ha una conformazione a rilievo con funzione fonoassorbente e di adattabilità ai sottofondi. Nel caso specifico al piano terra per esigenze di isolamento è stato installato il sistema Cover 60 con spessore appunto 60 mm che ha una resistenza termica di 2,0 (m2*k)/W secondo le prescrizioni della norma UNI EN 1264-4 e UNI EN 13163, mentre al primo piano il sistema Cover 30 con spessore 30 mm con resistenza termica di 1,05 (m2*k)/W.

Per la termoregolazione sono state scelte le nuove regolazioni Wi-SA, multizona ed espandibili, adatte alla gestione del riscaldamento e raffrescamento degli impianti radianti con produzione autonoma dell’energia: il limitato numero di componenti, la semplicità nella configurazione e la versatilità nella scelta delle sonde ambiente che possono essere a filo, via bus e wireless, le rendono estremamente pratiche da utilizzare e installare. Nel caso specifico di questo impianto, la regolazione avviene tramite una centralina elettronica WI-SA 0104-0. Si tratta di una centralina climatica che controlla 1 valvola miscelatrice, 4 terminali Wi-BT BUS per la visualizzazione e la regolazione della temperatura e dell’umidità con collegamento via bus e 2 unità per la deumidificazione dell’aria. I dati ambiente sono gestiti e visualizzati da 1 interfaccia utente IU-Pro impostata per mantenere una temperatura costante in ambiente di 20 °C per la zona giorno e di 18 °C per la zona notte.

I deumidificatori RNW specifici per impianti radianti consentono di tenere sotto controllo l’umidità dell’aria ed evitano i rischi di condensa. Al piano terra nel controsoffitto del disimpegno è stato installato il deumidificatore RNW 404 CS che, con una portata d’aria nominale di 220 m3/h e una capacità di deumidificazione 26,6 lt/24h (prestazione rilevata con temperatura ambiente di 26°C, umidità relativa del 65% e temperatura di ingresso acqua di 15°C), è adatto alla deumidificazione di superfici di un centinaio di m2. Per la deumidificazione della zona notte è stato scelto di installare il deumidificatore RNW 204 I, incassato a parete lungo il corridoio che porta alle camere, con una portata aria nominale di 200 m3/h e una capacità di deumidificazione di 24 lt/24h (prestazione rilevata con temperatura ambiente di 26°C, umidità relativa del 65% e temperatura di ingresso acqua di 15°C), ideale per ambienti di circa 80-100 m2.

Il caldo e il freddo sono generati da una pompa di calore aria – acqua di RDZ ad alta efficienza della potenza di 7,4 KW.

Per la produzione di acqua calda sanitaria è stato installato un impianto solare ideale per il consumo giornaliero di una utenza monofamiliare standard, composto da 2 collettori che ricoprono una superficie di 4 m2 e da un accumulo da 300 litri.

Per la produzione di energia elettrica sul tetto dell’abitazione è stato installato un impianto fotovoltaico di 26 pannelli per un totale di 5,1 KW.

Pubblicità

www.rdz.it

Pubblicità

Andrea Bassanelli

Sono Andrea Bassanelli, giornalista specializzato nel settore tecnologico e della comunicazione da più di trent'anni e da dieci anni editore nel settore HIFI, DIY, HITECH, MOTO, AUTO, CINEMA, ANNUNCI ECONOMICI, CUCINA, PESCA, FUNGHI e qualcos'altro ancora a venire... Ho iniziato a lavorare come giornalista nel lontano 1983, scrivendo per molti gruppi editoriali prestigiosi come IL SOLE 24 ORE, MONDADORI, RIZZOLI CORRIERE DELLA SERA, GRUPPO EDITORIALE SUONO, solo per citarne alcuni. Mi occupo di informatica, tecnologia, hi-fi, internet, comunicazione con grande attenzione a tutto il variegato mondo del web. Ho fondato e diretto diverse aziende e collaborato come consulente con decine di società, sia in Italia che all'estero.

Potrebbero interessarti anche...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: