FEDELTÀ DEL SUONO #286 – OTTOBRE 2019 – IL GRIGIO TRA IL BIANCO E IL NERO

Pubblicità


Il grigio tra il bianco e il nero

 

 

MARINERS APARTMENT COMPLEX

 

[Verse 1]

You took my sadness out of context

At the Mariners Apartment Complex

I ain’t no candle in the wind

I’m the board, the lightning, the thunder

Kind of girl who’s gonna make you wonder

Who you are and who you’ve been

 

[Pre-Chorus]

Pubblicità


And who I’ve been is with you on these beaches

Your Venice bitch, your die-hard, your weakness

Maybe I could save you from your sins

So kiss the sky and whisper to Jesus

My, my, my, you found this, you need this

Take a deep breath, baby, let me in

 

[Chorus]

You lose your way, just take my hand

You’re lost at sea, then I’ll command your boat to me again

Don’t look too far, right where you are, that’s where I am

I’m your man

I’m your man

 

[Verse 2]

They mistook my kindness for weakness

I fucked up, I know that, but Jesus

Can’t a girl just do the best she can?

Catch a wave and take in the sweetness

Think about it, the darkness, the deepness

All the things that make me who I am

 

[Pre-Chorus]

And who I am is a big-time believer

That people can change, but you don’t have to leave her

When everyone’s talking, you can make a stand

‘Cause even in the dark, I feel your resistance

You can see my heart burning in the distance

Baby, baby, baby, I’m your man (Yeah)

 

[Chorus]

You lose your way, just take my hand

You’re lost at sea, then I’ll command your boat to me again

Don’t look too far, right where you are, that’s where I am

I’m your man

I’m your man

 

[Outro]

Catch a wave and take in the sweetness

Take in the sweetness

You want this, you need this

Are you ready for it?

Are you ready for it?

Are you ready for it?

 

 

Album: Norman Fucking Rockwell!

Autore: Lana Del Rey e Jack Antonoff

Artista: Lana Del Rey

Data di uscita: 2019

 

 

Questa canzone è la seconda dell’album che rappresenta la cover di questo numero di ottobre.

Lana del Rey è una bella cantautrice americana, una che ha puntato molto sull’immagine ma anche sui testi delle sue canzoni.

Norman fucking Rockwell!” è il suo ultimo album e, a differenza dei precedenti, ha un’anima più triste, più disincantata sull’America e sul futuro.

Non è un caso che, mentre il brano che dà il titolo all’album abbia una vena dissacrante e dei toni molto forti (leggetevi il bellissimo articolo di Mauro Bragagna), questo è di gran lunga il più ascoltato in streaming pur avendo dei toni molto più tristi e una musica che ti prende dentro fino a cullarti…

 

Qualcuno ha scritto che “Quando sei felice, ti godi la musica, quando sei triste ne capisci i testi” e credo che sia vero o almeno lo è per me.

Ci sono molte canzoni che rappresentano dei veri e propri spartiacque nella vita di ognuno di noi, così come lo rappresentano dei cantanti o dei gruppi.

Nei primi anni dell’adolescenza ascoltavo i Kiss ma anche Simon and Garfunkel … oggi a ripensarci non ne comprendo il perché se non il fatto che fin da piccolo ero sempre alla ricerca di qualcosa che, solo più avanti negli anni, ho iniziato a intravedere.

Lana del Rey in questa bella canzone (scritta insieme a Jack Antonoff, anche lui cantautore americano) tende una mano a tutti i delusi, gli sconfitti, ai disamorati… a coloro che hanno semplicemente perso la strada.

Agli amanti che erano e che potrebbero ancora essere ma anche ai tanti piegati dal peso della vita, ingrigiti dalle proprie paure, abbrutiti dai propri demoni… insomma a tutti quelli che soffrono del mal di vivere, sempre più presente nelle nostre giornate.

 

Questo mese vorrei parlarvi ANCHE di depressione, non perché ne sia un esperto né perché io ne abbia testimonianza diretta, ma perché sempre più persone intorno a me ne soffrono e non riescono a trovare il modo per uscirne, né chi gli sta intorno il modo per aiutarli.

A sentire i loro racconti (quando riescono a tirare fuori qualche parola dal loro isolamento) deve essere una condizione terribile: tutto è grigio, incolore; niente ha più valore ne vale la pena più fare nulla.

Le giornate si alternano tutte uguali, senza alti e bassi, senza voglia di fare nulla, senza alcun desiderio.

 

Credo che se mai dovessi provare una emozione del genere e se questa poi dovesse protrarsi per giorni e giorni, beh, credo veramente che potrei impazzire.

 

A sentire ciò che ti raccontano è come vivere in una nebbia continua, che tutto avvolge, tutto confonde, fino a perdere ogni riferimento.

Non so quale possa essere una soluzione. Probabilmente la prima cosa che mi verrebbe in mente sarebbe quella di rivolgermi a un medico per farmi prescrivere una qualche cura o un sostegno psicologico… eppure anche questa soluzione è ai loro occhi senza utilità.

L’unica cosa che li accompagna (almeno alcuni di quelli con i quali sono riuscito a parlare) in questa condizione totalmente straniante è la musica.

Forse la musica con il suo linguaggio universale e con il suo fruire senza barriere di carattere psicologico o culturale, riesce a fare una piccola breccia nel loro mondo, un po’ come la tromba che le navi utilizzano quando navigano nella nebbia.

 

Mi piace pensare che la musica possa rappresentare per ognuno di noi un riferimento sicuro, un evidenziatore da utilizzare nei momenti di gioia in modo da permetterci di non dimenticare quel breve momento di felicità. E quando ascolteremo di nuovo quella melodia, ci ricorderemo che la felicità è passeggera, fatta di brevi e intensi momenti.

Chi vi invita a ricercare la felicità vi sta vendendo una moneta bucata giacché non dovremmo ricercare la felicità fine a se stessa bensì la serenità, che è ben altro.

 

Eppure la musica ci ricorda anche i momenti bui, quelli nei quali il dolore ha preso il sopravvento, il cuore si è spezzato e il fiato ci si spegneva in gola. Anche in questi momenti la musica è lì a ricordarci che tutto passa, che qualcuno c’è già passato e molti altri ci passeranno e tutti si ritroveranno in quella melodia, in quelle parole.

 

Questo è il motivo per cui le canzoni allegre, spensierate, che ti fanno ballare e muovere sono chiamate “tormentoni dell’estate”, perché è appunto quello il loro periodo di vita!

Ma le canzoni che parlano di amori tormentati, di tradimenti, di cuori spezzati, di anime dannate e di fuoco nelle vene… beh, quelle non passano mai!

Quelle diventano immortali perché ci ricorderanno per sempre quel momento di dolore che sembrava non passare mai e che oggi ricordiamo con malinconia…

 

Quale è la vostra melodia che ancora oggi, dopo tanti anni, vi suscita ancora emozioni e ricordi che vi riempiono il cuore e l’anima?

Per me è “Bridge over troubled water” di Simon and Garfunkel… e la vostra? Perché?

 

Scrivetemi pure, come sempre, senza remore a:

abassanelli@fedeltadelsuono.net

 

Buona musica e avanti tutta!

 

 

—————————————————————–

 

 

EDITORIALE

Il grigio tra il bianco e il nero

di Andrea Bassanelli

 

IN COPERTINA

Lana del Rey

Californication

di Mauro Bragagna

 

IL CAPPELLO A CILINDRO

Lettere al Direttore

di Andrea Bassanelli

 

IL REGNO DEGLI ASCOLTI

Giradischi a trazione a cinghia

Pro-Ject Essential III Phono

L’essenziale e l’accidentale

di Gabriele Brilli

 

Amplificatore per cuffie

Lehmann Audio Linear

Lineare di nome e di fatto

di Marco Bicelli

 

I DECALOGHI

di Lorenzo Zen

 

HI-END MAGAZINE®

Sistema completo pre + DAC e finali mono

NuPrime Evolution DAC + Evolution One

Trittico d’autore

di Alberto Guerrini

 

Lettore CD a caricamento frontale

Roksan Kandy K3 CD Di

La maturità del digitale

di Paolo Fontana

 

Amplificatore integrato

Denon PMA-800NE

Rigore e autorevolezza

di Paolo Lippe

 

Secondo ascolto

Diffusori da stand

Tannoy Eaton Legacy

Ci siamo tanto amati

di Dimitri Santini

 

IL CLUB BLU PRESS

Accessori – Modulo Iscrizione e Abbonamenti

 

LA BACCHETTA MAGICA

FDS MUSICA a cura della Redazione

Notizie dal mondo della musica di Giada Ventura

Disco del mese di Mauro Bragagna

Jazz dischi di Francesco Peluso

Rock e i suoi fratelli audiofili di Mauro Bragagna

Appuntamenti d’ascolto di Giada Ventura

Deus Ex Audio di Paolo Lippe

 

ANNUNCI COMPRO/VENDO

a cura della Redazione

Pubblicità


Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.