I pop-up store virtuali sono una delle tendenze di vendita al dettaglio più in di questo Natale

Pubblicità

Marchi del calibro di Walmart e Mattel hanno lanciato pop-up store virtuali, ovvero una serie di poster che mostrano scaffali virtuali con immagini di prodotti in grandezza reale impilati. Utilizzando il proprio telefono cellulare, il consumatore può effettuare la scansione dei codici QR accanto ai prodotti, pagare per l’acquisto e ricevere i prodotti direttamente a casa propria.
popup storeMentre il mercato di Natale è stato probabilmente il primo esempio del fenomeno che oggi conosciamo come  ‘pop-up store’, grandi marchi stanno riprendendo il concetto a un livello superiore portando il negozio direttamente ai consumatori.

“Perché è necessario spendere soldi per un pop-up store, se tutto ciò che serve è un poster, con codici QR e un cellulare?”

Mettere manifesti in ogni luogo in cui i clienti potrebbero potenzialmente imbattersi, dalle strade, alle linee della metropolitana alle pensiline degli autobus e negozi di caffè nelle stazioni ferroviarie, contribuisce ad aumentare notevolmente le vendite, il tutto per il costo di un poster. Questo avviene in un momento in cui il 44% dei consumatori ha pianificato di fare lo shopping di Natale online con tanto di doni consegnati sull’uscio di casa propria.

Negozi come questo sono perfetti per il periodo natalizio quando tutta la questione si gioca sull’investimento e sullo spazio e la velocità d’azione per guidare le vendite stagionali.

Pubblicità

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.