Senza sicurezza non si [video]gioca!

Pubblicità

Aspettando Games Week, al via un PEGI quiz per testare la conoscenza dei genitori sul sistema di classificazione dei videogiochi

Il concorso, che durerà 6 settimane, mette in palio biglietti omaggio per il consumer show e buoni acquisto GameStop

 

AESVI, l’associazione di categoria dell’industria videoludica, lancia oggi il concorso Senza sicurezza non si gioca per testare la conoscenza dei genitori sul PEGI – Pan European Game Information, il sistema di classificazione dei videogiochi in base all’età e al contenuto attivo in 30 paesi europei tra cui anche l’Italia.

Il concorso ha lo scopo di coinvolgere le famiglie su un tema di grande importanza come l’uso responsabile dei videogiochi e iniziare a farle divertire in vista di Games Week, il consumer show promosso da AESVI in programma a Milano dal 9 all’11 novembre prossimi, che nell’edizione di quest’anno dedicherà un’attenzione particolare proprio alle famiglie e ai più piccoli.

A partire da oggi e per sei settimane sarà possibile mettere alla prova la propria preparazione sul tema rispondendo a poche facili domande. Partecipare è semplice: basta collegarsi al sito www.videogiocasicuro.it oppure accedere al quiz cliccando sui banner che saranno presenti da oggi su Facebook e sui principali blog rivolti alle mamme.

Tutti coloro che si cimenteranno con i quesiti PEGI avranno la possibilità di partecipare all’estrazione giornaliera di 2 biglietti d’ingresso per Games Week. Inoltre, grazie ad una collaborazione con GameStop, rivenditore specializzato con oltre 400 punti vendita in Italia, tra i genitori che supereranno con successo il quiz e che inviteranno i propri amici a partecipare a loro volta verranno assegnati 1 buono acquisto da 80 euro alla settimana e un super premio finale da 300 euro da poter spendere in qualunque punto vendita della catena presente sul territorio italiano.

Ma per i genitori le sorprese non finiscono qui: in occasione di Games Week, AESVI organizzerà conferenze e attività per avvicinarli ad un uso corretto e consapevole del PEGI e dei sistemi di controllo parentale presenti sulle console di nuova generazione, oltre a trasferire loro, grazie all’intervento di esperti, semplici suggerimenti per gestire al meglio la presenza dei videogiochi all’interno del nucleo familiare.

Correte a testare la vostra conoscenza sul PEGI, dunque, e buona fortuna!

 

AESVI è l’Associazione di categoria dell’industria dei videogiochi che rappresenta i produttori di console, gli editori e gli sviluppatori di videogiochi operanti in Italia. L’Associazione nasce nel 2001 per rappresentare, promuovere e tutelare gli interessi collettivi del settore. AESVI conta attualmente 24 membri ed ha una rappresentatività completa del mercato di riferimento. È dotata di un Consiglio Direttivo composto da 8 membri, di un Presidente e di un Segretario Generale. A livello internazionale AESVI aderisce dal 2002 all’Associazione di categoria europea ISFE (Interactive Software Federation of Europe) con sede a Bruxelles e dal 2005 è membro del Board of Directors della medesima. Dal 2010 è socio aggregato di Confindustria Cultura Italia, la Federazione Italiana dell’Industria Culturale.

Pubblicità

Andrea Bassanelli

Sono Andrea Bassanelli, giornalista specializzato nel settore tecnologico e della comunicazione da più di trent'anni e da dieci anni editore nel settore HIFI, DIY, HITECH, MOTO, AUTO, CINEMA, ANNUNCI ECONOMICI, CUCINA, PESCA, FUNGHI e qualcos'altro ancora a venire... Ho iniziato a lavorare come giornalista nel lontano 1983, scrivendo per molti gruppi editoriali prestigiosi come IL SOLE 24 ORE, MONDADORI, RIZZOLI CORRIERE DELLA SERA, GRUPPO EDITORIALE SUONO, solo per citarne alcuni. Mi occupo di informatica, tecnologia, hi-fi, internet, comunicazione con grande attenzione a tutto il variegato mondo del web. Ho fondato e diretto diverse aziende e collaborato come consulente con decine di società, sia in Italia che all'estero.

Potrebbero interessarti anche...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: