TISCALI SPECIALE ELEZIONI: Centrosinistra in calo, centro destra in forte crescita e Grillo in salute

Pubblicità

Questo l’esito della seconda delle tre wave  del sondaggio condotto da Quorum per lo ‘Speciale Elezioni 2013’ di Tiscali http://notizie.tiscali.it/politiche/elezioni_2013 di Tiscali.it

bersani-berlusconi-grilloCentrosinistra in calo, con il Pd che perde oltre un punto rispetto alla rilevazione della scorsa settimana, e centrodestra e Grillo in salute, in recupero nella settimana segnata dallo scandalo MPS. Sono i risultati della seconda wave del sondaggio condotto dall’istituto Quorum per lo Speciale Elezioni 2013 di Tiscali.

Nel dettaglio, il Partito democratico scende dal 30,2% al 29%; sostanzialmente stabili Sel, dal 4% al 3,9% e gli altri di centrosinistra dall’1% allo 0,8%. Il totale della coalizione di Bersani passa così dal 35,2% al 33,7% in una settimana, perdendo un punto e mezzo percentuale. Ne approfitta il Pdl, in salita dal 18,3% al 19,5%, e guadagna anche la Lega (dal 4,6% al 4,9%). Nel complesso lo schieramento di Berlusconi cresce dal 27,4% al 28,9%. La coalizione che fa capo a Mario Monti recupera qualche decimale, e supera la soglia del 15% (era al 14,6% una settimana fa), tallonata dal Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo che sale dello 0,7%, dal 14,2% al 14,9%. Lieve calo per Rivoluzione Civile di Ingroia (dal 4,5% al 4,2%), immutato invece il consenso per gli altri partiti con Fermare il Declino allo 0,8 e i Radicali allo 0,5.

“Un segnale evidente” – afferma Lorenzo Pregliasco, Managing Partner di Quorum – “i messaggi del comico genovese attraggono in questa fase una parte significativa dell’elettorato deluso del centrodestra”

L’indagine di Quorum ha esaminato i flussi elettorali dal 2008. In particolare, il PD mostra una buona tenuta: su 100 elettori che cinque anni fa avevano votato Veltroni, 73 si orientano oggi su Bersani, 9 su Grillo, 7 su Monti, 3 su Ingroia e 5 sono intenzionati ad astenersi. Diversa la situazione dell’elettorato PDL: la metà esatta (50%) sceglie ancora Berlusconi, ma una buona fetta finisce a Grillo (16%), Monti (11%) e nel non-voto (18%). Ancora più forte è l’attrattiva di Grillo per i delusi della Lega: appena 48 su 100 confermano il voto al Carroccio, mentre 18 premiano il Movimento 5 Stelle.

Interessante è anche l’evoluzione del consenso di chi cinque anni fa era minorenne, e oggi si affaccia per la prima volta al voto politico: il primo partito in questo segmento è l’astensionismo (38%), seguito da Bersani al 16, Grillo al 12, Monti al 10 e Ingroia all’8.

Il sondaggio è stato realizzato da Quorum in collaborazione con Tiscali.it con metodologia CAWI (Computer Assisted Web Interviewing) tra il 28 e il 29 gennaio 2013 con 13.790 interviste. Campione rappresentativo della popolazione italiana per sesso, livello di istruzione, regione di residenza, frequenza a luogo di culto, condizione professionale e voto alle elezioni politiche del 2008.

L’8 di febbraio verranno diffusi i risultati delle wave successive.

Pubblicità

Andrea Bassanelli

Sono Andrea Bassanelli, giornalista specializzato nel settore tecnologico e della comunicazione da più di trent'anni e da dieci anni editore nel settore HIFI, DIY, HITECH, MOTO, AUTO, CINEMA, ANNUNCI ECONOMICI, CUCINA, PESCA, FUNGHI e qualcos'altro ancora a venire... Ho iniziato a lavorare come giornalista nel lontano 1983, scrivendo per molti gruppi editoriali prestigiosi come IL SOLE 24 ORE, MONDADORI, RIZZOLI CORRIERE DELLA SERA, GRUPPO EDITORIALE SUONO, solo per citarne alcuni. Mi occupo di informatica, tecnologia, hi-fi, internet, comunicazione con grande attenzione a tutto il variegato mondo del web. Ho fondato e diretto diverse aziende e collaborato come consulente con decine di società, sia in Italia che all'estero.

Potrebbero interessarti anche...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: