Il Made in Veneto a Taste of Milan prodotti d’eccellenza in vetrina: grazie all’Ati dei 9 Consorzi che tutelano le eccellenze venete, anche i produttori del Radicchio di Treviso e del Variegato di Castelfranco IGP hanno potuto essere presenti nei presenti nelle Mecche del wine & food

Pubblicità

E’ nata solo pochi mesi fa ma ha già dimostrato che l’unione non solo aggrega, ma moltiplica le forze. L’ATI (Associazione Temporanea d’Impresa) costituita da 9 Consorzi di Tutela di prodotti alimentari d’eccellenza del Made in Veneto e guidata come capofila dal Consorzio di Tutela del Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco IGP, ha consentito ai produttori di essere presenti in prestigiose vetrine internazionali.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAI magnifici Nove dell’agroalimentare regionale hanno fatto lavoro di squadra anche al recente Taste of Milano, la maratona culinaria che, in 4 giorni ha raccolto 18.500 visitatori e 300 giornalisti accreditati nella capitale italiana dei foodie. Manifestazione itinerante che oggi tocca 20 città in 4 continenti, il Taste of ha proposto a Milano oltre 30 corsi di cucina e degustazioni con 14 tra i migliori chef italiani, oltre che stand dedicati ai migliori prodotti agroalimentari italiani. Presente con un proprio stand il Consorzio di Tutela dell’Olio del Garda Dop che ha ospitato per ciascuna giornata uno o più prodotti “gemellati” grazie all’ATI. Domenica 2 Giugno è stata la volta dei Fiori d’Inverno che si sono messi in vetrina, nonostante la mancanza del prodotto fresco, con prodotti confezionati, sempre più richiesti dal mercato, e con materiale divulgativo. Presente, in rappresentanza del Consorzio, il consigliere Paolo Dotto.

Una esperienza di collaborazione positiva che arriva dopo la partecipazione anche al Vinitaly 2013 dove la Cittadella del Riso realizzata dal Consorzio di Tutela del Vialone Nano Veronese ha accolto i Consorzi dell’Ati per un convegno di approfondimento e per degustazioni dei migliori prodotti veneti. Una vetrina internazionale (148mila presenze nell’ultima edizione, 53mila straniere da 120 Paesi) che al vino affianca sempre più il cibo, per vivere appieno il viaggio sensoriale nel mondo del gusto. Una occasione dove è impossibile non esserci per i grandi marchi. “L’Ati si sta dimostrando una formula vincente per la promozione delle eccellenze venete – spiega Paolo Manzan, presidente del Consorzio capofila – Insieme riusciamo a presentare il meglio del Made in Veneto a tavola nelle vetrine internazionali di maggior rilievo e qualità. Presenze che, con le risorse dei singoli Consorzi, non sarebbero mai possibili e che risultano invece efficace nel promuovere una visione complessiva dei grandi prodotti alimentari della terra veneta”.

 

IL PROGETTO

Promozione di qualità, ortofrutta, riso e olio del Garda, per crescere” è il progetto presentato nell’ambito della Misura 133 del PSR dall’Associazione temporanea di imprese (ATI). L’ATI è costituita da nove organizzazioni del territorio regionale: Consorzio del Radicchio di Treviso, Variegato di Castelfranco IGP, Radicchio di Chioggia IGP, Radicchio di Verona IGP, Insalata di Lusia IGP, Riso vialone nano veronese, Olio extravergine del Garda DOP, Asparago di Badoere IGP, Marroni del Monfenera e Marroni di Combai IGP.

Pubblicità

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.