La Volkswagen eco up! City car con motorizzazione a metano

Pubblicità

La Volkswagen amplia la gamma di versioni della up! aggiungendo una versione con motorizzazione a gas metano: la nuova eco up!. Grazie al suo motore da 1 litro di nuova concezione, la Volkswagen compatta, disponibile a tre e cinque porte, registra nuovi primati sul fronte del contenimento di consumi ed emissioni: nel ciclo combinato necessita di appena 2,9 kg / 4,4 m3 di gas metano ogni 100 km, a fronte di emissioni di CO2 di soli 79 g/km. Con questo valore di CO2, uno dei più bassi al mondo, la eco up! 68 CV si impone nella migliore categoria di efficienza energetica: A+. Già prima del lancio sul mercato della eco up!, la Volkswagen compatta è stata eletta Auto più ecologica del 2012 da due associazioni diverse: oltre al riconoscimento di “vincitrice assoluta” nella classifica delle auto più ecologiche della VCD (associazione tedesca per la mobilità sostenibile), la up! a metano è stata insignita del “Premio ambiente ACVmobil”.

Costi contenuti

Un ulteriore punto di forza della nuova eco up! è la sua straordinaria economicità. Per percorrere 100 km con questa Volkswagen si spendono, infatti, solo 3 Euro di carburante (sulla base dei prezzi medi in Germania a novembre 2012) rispetto a una vettura a benzina paragonabile. Ciò si traduce in un risparmio sui costi di carburante superiore al 50%: praticamente imbattibile! Diversi fornitori regionali di metano poi promuovono l’acquisto di auto con motorizzazione a gas metano (in Germania gli incentivi spesso superano i 1.000 Euro per vettura). Con un prezzo base di 12.950 Euro (sempre in Germania), la eco up! risulta infine una delle auto a metano più economiche attualmente sul mercato.

Serbatoio del metano nel sottoscocca

Gli eccellenti valori di consumi ed emissioni della eco up! sono stati raggiunti grazie al peso a vuoto contenuto (1.031 kg), alle buone caratteristiche aerodinamiche (Cx = 0,32; superficie frontale = 2,07 m2), alle soluzioni BlueMotion Technology di serie (sistema start/stop, sistema di recupero dell’energia, pneumatici con resistenza al rotolamento ottimizzata), a una combinazione motore- cambio altamente efficiente e alla grande capacità energetica del gas metano: 1 kg di CNG (gas naturale compresso) corrisponde a circa 1,5 litri di benzina. Il metano viene accumulato in due serbatoi che in totale contengono fino a 11 kg di gas (72 l) e sono montati sotto il pianale in corrispondenza dell’asse posteriore. Il serbatoio 1 (35 l) è collocato, insieme al serbatoio da 10 litri per la benzina, davanti all’asse; il serbatoio 2 (37 l) occupa lo spazio normalmente adibito a vano della ruota di scorta. Inoltre, dato che l’intero sistema EcoFuel è stato integrato nella struttura della vettura, si è dovuto rinunciare soltanto al vano della ruota di scorta. L’attacco per il rifornimento della eco up! si trova sotto lo stesso sportellino del bocchettone per il rifornimento di benzina.

Fino a 600 chilometri di autonomia

La nuova eco up! con un pieno di metano ha un’autonomia di 380 km; la riserva di benzina nell’apposito serbatoio garantisce altri 220 km di autonomia. Quindi con tutti i serbatoi pieni è possibile raggiungere una percorrenza massima di 600 km. Un indicatore nella strumentazione fornisce informazioni sulla riserva di gas e di benzina; inoltre, l’autonomia di entrambi i tipi di funzionamento viene segnalata nel display multifunzione.

In Germania sono attualmente disponibili 911 stazioni di rifornimento di metano (situazione ad ottobre 2012). Anche in molti altri stati dell’Europa centrale la copertura per il rifornimento di metano è altrettanto diffusa. Oggi esistono inoltre diverse App, funzioni dei sistemi di navigazione e siti Internet che danno informazioni sulle stazioni di rifornimento di metano.

Innovativo motore a metano

Anche per la eco up! la Volkswagen sceglie un nuovo motore tre cilindri, 999 cm3 di cilindrata, che per la versione a metano eroga circa 68 CV di potenza (a 6.200 giri). Questo motore benzina silenzioso, scattante, leggero e compatto raggiunge la coppia massima di 90 Nm a 3.000 giri. La eco up! accelera da 0 a 100 km/h in 16,3 secondi e raggiunge una velocità di 164 km/h. Pur essendo concepito specificatamente per il funzionamento a metano, questo quattro valvole può anche essere alimentato senza problemi con benzina senza piombo. Come i motori benzina della up!, anche il motore a metano, che è tecnicamente simile, è realizzato in alluminio. I due alberi a camme in testa vengono azionati tramite cinghie dentate; l’albero a camme di aspirazione è regolabile, per consentire un’ulteriore riduzione delle emissioni e dei consumi e per migliorare l’erogazione di potenza ai regimi inferiori. Le valvole vengono gestite da leve di trascinamento a rulli caratterizzate da una bassa resistenza di attrito. Un sistema di raffreddamento a due circuiti e il collettore di scarico integrato raffreddato ad acqua abbreviano la fase di funzionamento a freddo del motore. Ogni cilindro è dotato di una propria bobina di accensione.

Pubblicità

La progettazione del nuovo motore tre cilindri per l’alimentazione a gas metano (CNG) ha richiesto alcune modifiche. Per compensare il riempimento leggermente inferiore delle camere di combustione che si verifica nei motori a CNG nell’esercizio a Lambda 1, la compressione è stata aumentata da 10,5:1 a 11,5:1. In funzione delle maggiori pressioni e temperature nelle camere di combustione (determinate dall’anticipo dei momenti d’accensione), le candele di accensione forniscono una tensione di accensione superiore.

Ulteriori adattamenti interessano i materiali delle valvole, delle loro guide e degli anelli di tenuta scelti in modo da compensare la minore capacità di lubrificazione dei carburanti gassosi. La regolazione dell’albero a camme lato ammissione è stata adattata alla minore tollerabilità del gas residuo dell’alimentazione a CNG. È stata inoltre ridefinita la dotazione del catalizzatore di metalli nobili e la loro composizione. Nella combustione del gas metano si assiste infatti di norma a una riduzione delle emissioni di CO2 (-25%) a fronte di livelli sensibilmente più bassi di monossido di carbonio e idrocarburi. Completamente al bando le emissioni di fuliggine e di polveri sottili, mentre i residui di metano incombusti sono trasformati nel catalizzatore.

Anche la centralina motore è stata modificata. Sulla eco up! questa presiede anche alla gestione delle valvole di iniezione gas e del regolatore elettronico della pressione del gas. Le indicazioni sulla strumentazione relative a modalità di alimentazione, consumi e capacità del serbatoio sono anch’esse subordinate ai calcoli della centralina. Attraverso la sonda Lambda, la centralina motore riconosce le differenti qualità di gas (Low e High), diffuse soprattutto nel mercato tedesco. Per l’alimentazione con gas Low, il cui valore di combustione è inferiore a causa della minore percentuale di metano, il tempo di iniezione viene adeguato di conseguenza.

Il regolatore elettronico della pressione del gas viene impiegato in forma analoga già dal 2008 sui modelli CNG Volkswagen di segmenti superiori. Nella nuova versione destinata alla eco up! il regolatore è estremamente compatto e leggero, con un volume pari a 0,2 l a fronte di circa 600 g di peso. Il componente è montato dietro il faro destro, sul supporto motore. Il regolatore elettronico della pressione del gas riduce in due stadi la pressione, da 200 bar alla pressione presente nel sistema di bassa pressione, che è compresa tra 4 e 9 bar. Nel primo stadio la pressione viene progressivamente ridotta a 20 – 25 bar; nel secondo stadio viene raggiunta in modo elettronico la pressione target.

Poiché la riduzione della pressione del metano causa raffreddamento, nel regolatore elettronico della pressione del gas possono presentarsi temperature molto basse. Per impedire che si verifichino fenomeni di congelamento, il componente è collegato al circuito di raffreddamento e ne riscalda il liquido. Il fatto è che la regolazione variabile della pressione del gas metano in un range compreso tra 4 e 9 bar comporta evidenti vantaggi: nei settori di carico e regime superiori, l’immissione del gas avviene alla massima pressione per ottenere la coppia massima e la massima potenza. Nei settori inferiore e medio sono sufficienti, al contrario, pressioni comprese tra 4 e 5 bar.

A partire da una temperatura del liquido di raffreddamento di -10° C, la eco up! si avvia a gas; a temperature inferiori l’avviamento viene eseguito a benzina. Anche dopo il rifornimento di gas, per un breve periodo il motore funziona a benzina; il passaggio all’alimentazione a gas avviene solo quando è stata attivata la regolazione Lambda ed è stata analizzata la qualità del gas (L o H), in modo tale che possano essere gestiti correttamente i tempi di apertura delle valvole di iniezione. Non appena l’adattamento si è concluso, il motore si avvia nuovamente a gas a ogni successiva messa in moto.

ThinkBlue. Trainer, un aiuto per una guida ecocompatibile

La eco up! è dotata del sistema di navigazione maps+more che con la funzione ThinkBlue. Trainer aiuta a ridurre i consumi di carburante e favorisce uno stile di guida più ecocompatibile. Analizza e valuta l’utilizzo di acceleratore, freno e cambio, inviando poi le informazioni così elaborate al guidatore sotto forma di suggerimenti, in modo che questi adegui il proprio stile di guida al fine di ridurre i consumi.

Nel menu di attivazione del Think Blue. Trainer sono indicati, in forma di simboli circolari, le tre funzioni Guida, Consumo e Cambio.

Grazie alle tre icone si può capire in modo molto rapido e intuitivo come contenere i consumi: l’icona Guida è rappresentata al centro da un cerchio nel quale è inserita la silhouette della up!. Tale cerchio sarà tanto più grande quanto più bassi saranno stati i consumi nei minuti precedenti. Attraverso l’icona Cambio il guidatore riceve indicazioni circa il momento ideale per il cambio marcia, mentre il simbolo Consumo indica il consumo nel ciclo combinato dall’inizio del viaggio. Toccando uno dei tre simboli si apre un sottomenu con ulteriori informazioni specifiche. Alla voce di menu Guida vengono visualizzate indicazioni per lo stile di guida: tali informazioni, immediatamente utilizzabili, aiuteranno chi si trova al volante a guidare in modo ancora più ecologico. La voce Cambio informa dettagliatamente sui punti di innesto ottimali e se le indicazioni della marcia siano state seguite a dovere negli ultimi minuti. Richiamando la voce di menu Consumi, un’apposita grafica indicherà i consumi degli ultimi 30 minuti.

Infine, maps+more pensa insieme al guidatore: se è selezionata la funzione di navigazione attiva o la visualizzazione mappe, nel caso il livello di carburante scenda sotto una determinata soglia cerca automaticamente il distributore più vicino. Questa funzione si chiama Avvertimento rifornimento.

Tre linee di allestimento

La take eco up! – La versione di accesso. La versione di accesso take eco up! è equipaggiata con cerchi da 14″, paraurti in tinta con la carrozzeria e cristalli atermici. Come per tutte le up!, la carrozzeria è inoltre sottoposta a zincatura parziale, quindi protetta contro la corrosione nel lungo periodo.

Tra i dettagli interni spiccano la funzione Easy Entry per l’accesso facilitato ai posti posteriori, bocchette di aerazione con cornici colorate (in bianco), moquette e copertura del vano bagagli in tessuto. Sul fronte funzionalità invece, tergilunotto, servosterzo elettromeccanico, piantone dello sterzo regolabile in altezza, indicatori di direzione comfort (1 azionamento = 3 lampeggi) e luci diurne sono tra le caratteristiche distintive della take up!. Di particolare pregio è la vernice nero lucido della consolle al centro della plancia (tra l’altro con integrati i comandi per riscaldamento/ventilazione e impianto audio).

Sul fronte della sicurezza attiva e passiva, a bordo sono presenti airbag frontali e airbag laterali per testa e torace più avvisatore cinture di sicurezza di guidatore e passeggero anteriore non allacciate, pretensionatori anteriori, ABS con ASR, programma elettronico di stabilizzazione ESP, fissaggi ISOFIX e ancoraggi Top- Tether per i seggiolini per bambini sul divano posteriore, oltre a una funzione di disattivazione per l’airbag passeggero anteriore (in caso di presenza di un seggiolino per bambini sul sedile passeggero anteriore).

La move eco up! – La versione intermedia. Il livello di allestimento intermedio della nuova Volkswagen si chiama move eco up!. Le dotazioni di sicurezza sono identiche a quelle della versione eco up! mentre le differenze riguardano gli allestimenti esterni e interni e le funzioni. I gusci degli specchietti retrovisori e le maniglie delle porte della versione move eco up! sono in tinta con la carrozzeria; i copricerchi integrali e gli alloggiamenti interni dei fari sono impreziositi da elementi cromati.

Internamente le bocchette di aerazione e la parte che circonda i comandi di climatizzatore e impianto audio sono verniciate in nero lucido; il dash pad è in beige opaco o a scelta in nero lucido. Il sedile del guidatore è regolabile in altezza e gli apriporta sono cromati. Per quanto riguarda la dotazione funzionale, l’equipaggiamento di serie comprende chiusura centralizzata con radiocomando, funzione Memory del sistema Easy Entry, alzacristalli elettrici anteriori, divano posteriore frazionabile 60/40, piano di carico variabile, cassetto portaoggetti con sportellino, specchietto di cortesia nell’aletta parasole lato passeggero e contagiri.

La high eco up! – La versione top di gamma. La high eco up! è una up! all’ennesima potenza. Rispetto alla move eco up! gli esterni sono impreziositi qui da cerchi in lega leggera da 15 pollici (tipo spoke). Inoltre, le dotazioni di sicurezza sono completate da fendinebbia e, all’interno, il dash pad può essere ordinato in black pearl, pure white, red, light blue o dark silver metallic. Anche il tachimetro vanta una piacevole cornice cromata, al pari di bocchette di aerazione e consolle centrale. La cromatura è presente anche sul pulsante della leva del freno a mano e sugli interruttori per luci e regolazioni del climatizzatore. Sono infine previsti specchietti retrovisori esterni riscaldabili e regolabili elettricamente, sistema radio-CD RCD 215 con funzione di riproduzione MP3, climatizzatore e pacchetto pelle (rivestimento per volante e impugnatura della leva del freno a mano).

Colori carrozzeria ed equipaggiamenti a richiesta

Con otto colori carrozzeria, cinque tipi di cerchi (da 14 a 16 pollici), due diversi allestimenti interni, sei diverse tonalità di colore per il dash pad (inclusa la versione in beige opaco) e otto tipi di rivestimenti per i sedili, anche la nuova eco up! vanta un elevato livello di personalizzazione.

Sempre accessibile, e allo stesso tempo completa, è la gamma degli ulteriori equipaggiamenti a richiesta, quali ad esempio un ampio tetto panoramico scorrevole e sollevabile, il sistema audio RCD 215, il sistema di comunicazione e navigazione maps+more, un sistema hi-fi o l’assetto sportivo. A seconda della versione, l’allestimento della eco up! può essere ampliato anche con i cosiddetti pack. Se prendiamo per esempio il comfort pack per la take eco up!, comprende alzacristalli elettrici, chiusura centralizzata con radiocomando, regolazione in altezza del sedile del guidatore, avvisatore acustico a doppio tono, cicalino di avvertimento per la mancata accensione delle luci e attivazione delle luci di parcheggio. Il winter pack per la move eco up! invece, amplia l’allestimento con sedili anteriori riscaldabili, specchietti retrovisori esterni riscaldabili e regolabili elettricamente e fendinebbia. Per la move eco up! e la high eco up! è stato ideato il drive pack plus con cruise control, sistema di assistenza al parcheggio posteriore e display multifunzione (MFA) e funzione di frenata di emergenza City. In esclusiva per la high eco up! è stato appositamente studiato lo sport pack con cerchi in lega leggera da 16 pollici, assetto sportivo e cristalli posteriori bruniti a partire dai montanti centrali.

 


Pubblicità

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.