COSTRUIRE HIFI #275 – MAGGIO 2022 – FORZA PAPA FRANCESCO!

ADV

COSTRUIRE HIFI #275 – MAGGIO 2022 – FORZA PAPA FRANCESCO!

 

 

Forza Papa Francesco!

 

 

Che tu creda di farcela o di non farcela

avrai comunque ragione.

HENRY FORD

 

 

Carissimi lettori, purtroppo la guerra continua e non accenna a diminuire di intensità e di brutalità.

Come tutte le guerre passate, presenti e future…

Si continua a parlare di sanzioni sempre più alte da parte dell’UE nei confronti della Russia mentre America e Gran Bretagna continuano ad alzare i toni della loro retorica militare parlando di vittoria e di annientamento del potenziale bellico russo… l’unico che continua a parlare di PACE è sempre e solo il Papa. Quello stesso Papa che, recentemente in un’intervista al Corriere della Sera, parla di “un’ira facilitata” forse, dall’ “abbaiare della Nato alla porta della Russia” che ha portato il Cremlino a “reagire male e a scatenare il conflitto”. “Non so rispondere, sono troppo lontano, all’interrogativo se sia giusto rifornire gli ucraini. La cosa chiara è che in quella terra si stanno provando le armi”.

Come finirà questa guerra, credo che non lo sappia nessuno ma appare sempre più chiaro che, almeno in Italia, comincia ad allargarsi il numero di persone che è contraria all’invio indiscriminato di armi all’Ucraina, specialmente poi senza una vera e propria strategia di pace.

Appare evidente infatti che ci sono politici e nazioni che spingono sempre più incessantemente sul tasto della vittoria contro la Russia come se questa potesse avvenire sul campo di battaglia ucraino senza che poi tutto ciò non abbia ripercussioni anche fuori da esso.

ADV

I toni guerrafondai continuano ad alzarsi e la possibilità che il conflitto prenda una piega sempre più sinistra è pericolosamente dietro ad ogni angolo di questa storia.

Putin continua nel suo obiettivo che, almeno a me, pare sempre più chiaro: togliere all’Ucraina ogni possibile sbocco sul Mar d’Azov e sul Mar Nero, congiungendo il territorio russo a quello della Transnistria e chiudendo de facto ogni sbocco al mare della Ucraina. In queste settimane abbiamo scoperto l’esistenza di regioni o di nazioni delle quali poco sapevamo come ad esempio la succitata Transnistria, della quale avevo solo letto nel libro Educazione Siberiana.

 

Wiki: La Transnistria, ufficialmente Repubblica Moldava di Pridniestrov o Pridnestrovie, è uno Stato indipendente de facto, non riconosciuto dai Paesi membri dell’ONU, essendo considerato de iure parte della Moldavia: è governato da un’amministrazione con sede nella città di Tiraspol, ove ha anche sede la Sheriff, la maggior società del paese. La Transnistria è stata riconosciuta come stato soltanto da tre altre entità secessioniste: Abcasia, Artsakh ed Ossezia del Sud, mentre ufficialmente è indicata dalla Repubblica Moldava come parte del suo territorio col nome di “Unità amministrativa della riva sinistra del Dniester”, sottoposta a occupazione militare russa.

 

Credo che sia difficile per chiunque di noi districarsi tra ciò che si sente e si vede in TV e ciò che si “percepisce”, ognuno con la propria sensibilità. Di certo c’è che tutto sta accadendo molto, troppo velocemente, e che nessuno cerca veramente di trovare una via di uscita che renda possibile un VERO negoziato tra le parti.

Di certo, ancora, c’è che questa guerra e le sanzioni che noi abbiamo comminato alla Russia stanno facendo molto male in primis a noi stessi.

Il nostro governo è dovuto ricorrere a diverse manovre aggiuntive di bilancio per cercare di calmierare in parte gli effetti di questa situazione mondiale ma finora poco o nulla si è visto a livello dei bilanci di ognuno di noi, se non per la diminuzione del costo dei carburanti.

Le bollette di luce e gas continuano ad aumentare come continuano ad aumentare i prezzi di molti beni di largo consumo, e questo non lo dico io ma la Banca Mondiale: “I prezzi dell’energia aumenteranno di oltre il 50% nel 2022 prima di diminuire nel 2023 e nel 2024. I prezzi non energetici, compresi agricoltura e metalli, aumenteranno di quasi il 20% nel 2022 e si ridurranno anche loro negli anni successivi. Tuttavia, i prezzi delle materie prime dovrebbero rimanere ben al di sopra della media quinquennale più recente”.

Tutto questo è colpa della guerra oppure c’è qualcosa di altro?

Stiamo assistendo ad un aumento del prezzo dei carburanti ingiustificato, non esiste motivazione tecnica di questi rialzi. La crescita non è correlata alla realtà dei fatti è una spirale speculativa, su cui guadagnano in pochi, una colossale truffa a spese delle imprese e dei cittadini“. Così si è espresso il ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani a Sky Tg24 il 14 marzo… e se un ministro della Repubblica parla di “colossale truffa” io mi aspetto che lui o il Governo che rappresenta intervenga immediatamente non solo a bloccare la “colossale truffa” ma anche a punire in maniera esemplare chi questa “colossale truffa” l’ha condotta…

Voi avete notizia di una qualche azione di questo genere? O di una qualche azione da parte della magistratura, sempre molto sollecita nei confronti dei “piccoli truffatori”?

 

ZERO ASSOLUTO.

 

E allora, come diceva il compianto Giulio Andreotti, “A pensare male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina”!

Quello che resta è che TUTTI NOI stiamo pagando un prezzo ALTISSIMO come se già non lo avessimo pagato in questi due anni di pandemia mondiale…

 

Per quanto riguarda noi e il nostro piccolo mondo dell’autocostruzione, non possiamo che attendere e sperare che tutto passi in fretta, invitandovi a sottoscrivere l’abbonamento a COSTRUIRE HIFI oppure a rivolgervi, come avete sempre fatto al VOSTRO EDICOLANTE DI FIDUCIA che continuerà a fornirvi la VOSTRA COPIA COME SEMPRE! Se, per qualsiasi motivo, non dovesse più averla, potete chiedere al VOSTRO EDICOLANTE di farsela rimandare oppure POTETE SCRIVERE A:

 

abbonamenti@blupress.it

 

chiedendo di acquistare la copia di questo, o dei numeri successivi, allo STESSO PREZZO DI COPERTINA, SPESE DI INVIO COMPRESE.

 

Diciamo NO ad OGNI GUERRA, militare ed economica!

 

Un abbraccio a tutti voi e, come sempre, scrivete quello che ne pensate a:

abassanelli@costruirehifi.net.

 

Buona musica e avanti tutta!

Andrea Bassanelli

 

 

————————————

 

 

EDITORIALE

Forza Papa Francesco!

di Andrea Bassanelli

 

Lettere al Direttore

 

COVER STORY

Superfinale

di Francesco Minora

 

TEORIA

L’amplificatore modulare AM-MP [12]

di Pierluigi Marzullo

 

PRATICA

Classe A PLM

di Davide Ceredi

 

Esempio di impiego del coassiale SICA da 5.5

di Adriano Cagnolati

ADV