Pubblicità


Tutti ci ricordiamo del famosissimo spot televisivo degli “stracchini volanti” firmato Nonno Nanni: ma ci siamo mai chiesti come gli stracchini hanno imparato a volare? Per spiegarlo, il brand noto grazie alla bontà dei suoi formaggi freschi ha realizzato un cartone animato, suddiviso in cinque episodi della durata di un minuto ciascuno, che racconta la storia di Stracchino, Stracchino con fermento Probiotico, Robiola e Squaquerello.

NonnoNanniCartoon1I simpatici protagonisti che interpretano degli audaci “apprendisti formaggi volanti” dovranno imparare a diventare responsabili, affrontando molte avventure, prima di spiccare il volo per poi atterrare sulle tavole degli italiani.

La storia inizia con uno strano sogno di Silvia, la nipote di Nonno Nanni, che un pomeriggio si appisola sotto un albero e inizia a fantasticare su uno strano aeroporto per stracchini: lo stracchinoporto.

Silvia è in realtà Silvia Lazzarin, responsabile marketing dell’azienda-famiglia Latteria Montello e il video è dedicato a grandi e piccini. I cinque episodi, oltre a divertire con le storie dei quattro simpatici protagonisti Nonno Nanni, ha l’obiettivo di spiegare la mission aziendale in favore dell’ambiente in cui il brand è impegnato. Lo Stracchino (confezionato anche a mano), lo Stracchino con fermento probiotico, lo Squaquerello e la Robiola Nonno Nanni, infatti, sono così sostenibili da essere entrati in un progetto realizzato da Latteria Montello sotto l’egida del Ministero dell’Ambiente, con l’obiettivo di contabilizzare le emissioni di CO2 generate lungo la loro filiera produttiva (“Carbon Footprint”) e successivamente operare per ridurle e compensarle.

“Per narrare la storia della nostra azienda e quella dei nostri prodotti – spiega Silvia Lazzarin – abbiamo deciso di realizzare un vero e proprio cartone animato perché crediamo che i racconti abbiano un potere grandissimo: alzano il livello di attenzione e ci rendono più ricettivi. I personaggi che abbiamo creato, infatti, sono in grado di emozionare, divertire e coinvolgere, ma anche di formare ed educare. Dedicato anche ai più piccoli, il video sottolinea l’importanza di temi quali la responsabilità sociale e l’eco-sostenibilità. Non a caso, la tecnica grafica scelta per realizzare il corto – conclude – ricorda la carta e il cartone: tutto, insomma, rievoca il concetto di rispetto per l’ambiente.”

Il primo episodio sarà pubblicato sul sito Nonno Nanni e sul canale YouTube del brand venerdì 1 febbraio 2013 e, per aumentarne la visibilità, sarà condiviso sui profili Facebook e Twitter (#NonnoNanniCartoon) del brand. Così sarà per tutti gli altri episodi. Lo scopo è quello di ottenere un effetto “moltiplicatore”, grazie a una comunicazione in grado di coinvolgere attivamente l’utente della rete. La promozione del video sarà inoltre supportata da azioni mirate quali attività di ufficio stampa, digital PR e social media marketing.

Il concept del cartoon è stato firmato da Gruppo Rem, agenzia di comunicazione integrata specializzata in green consultancy con sede a Udine; la produzione è opera di Racoon Studio, le musiche sono di 30” e gli effetti del suono di Paolo Ingraito.

 

 

Latteria Montello S.p.A. – Scheda

Latteria Montello, situata a Giavera del Montello (TV), con oltre 27 milioni di pezzi di stracchino prodotti all’anno e 90.000.000€ di fatturato, è leader in Italia nel segmento premium del mercato stracchini, con una quota a valore pari al 24%, ed è presente a livello nazionale in negozi specializzati e in ipermercati e supermercati della Grande Distribuzione. All’estero è presente, tra gli altri Paesi, in Germania, Austria, Svizzera, Inghilterra e Belgio.

Latteria Montello produce tre famiglie di formaggi: stracchini, spalmabili e primo sale.

Pubblicità


La qualità dei prodotti Nonno Nanni è il cuore della lunga tradizione casearia e il segreto del successo di Latteria Montello: il latte utilizzato per la preparazione del fermento proviene esclusivamente da una zona definita e limitata, cioè la collina del Montello e della Pianura Trevigiana. Il latte, inoltre, è prodotto da animali allevati come “una volta”, preservando i loro tempi naturali la loro normale capacità produttiva. L’attenzione a una produzione sostenibile e di qualità si declina poi in un’altra caratteristica dei prodotti Nonno Nanni: lo Stracchino Nonno Nanni destinato al banco gastronomia è tuttora confezionato a mano.

La storia di Latteria Montello inizia oltre mezzo secolo fa, nel 1947, quando Giovanni Lazzarin, conosciuto da sempre con il diminutivo di “Nanni”, nel piccolo laboratorio caseario dotato solo di caldaie a legna, comincia con passione la produzione di quella che diverrà una realtà all’avanguardia per qualità di prodotto e tecnologia impiegata. Presente da oltre 60 anni sul mercato con i “formaggi freschi Nonno Nanni”, di cui i prodotti principali sono lo Stracchino e la Robiola, Latteria Montello è diretta oggi dai fratelli Luigi, Armando e Bruno. Nella direzione aziendale inoltre si fa avanti oggi la terza generazione della famiglia Lazzarin, i nipoti di Nanni, animati dalla stessa passione del nonno.

Esperienza, scrupoloso controllo della filiera produttiva e costante confronto con il mercato hanno portato l’azienda ad essere riconosciuta dai suoi consumatori come una marca affidabile e di qualità. Gli alti standard di sicurezza e qualità del prodotto sono garantiti da più di 60.000 rigorosi controlli l’annoimposti per la sicurezza del consumatore.

Latteria Montello utilizza un impianto di coagulazione in continuo tra i più grandi in Europa. Grazie alle moderne tecniche di produzione utilizzate e rispettando i tempi naturali di lavorazione, durante il processo di produzione, vengono mantenuti vivi e attivi e poi trattenuti nel formaggio oltre 2 miliardi di fermenti lattici vivi per grammo. La qualità e la bontà dei prodotti a marchio Nonno Nanni sono da sempre riconosciute dai consumatori. Da qui nasce l’impegno di coniugare affidabilità a sostenibilità ambientale, economica e sociale. L’impegno nella sostenibilità si è concretizzato nella creazione di un sistema di gestione ambientale che risponde ai requisiti della norma internazionale UNI EN ISO 14001. Latteria Montello inoltre ha scelto di utilizzare in tutto il sito produttivo di formaggi esclusivamente energia elettrica pulita, cioè proveniente da fonti rinnovabili, “a basso impatto ambientale”, quali il sole, l’acqua e il vento.

La garanzia dell’origine «pulita» dell’energia acquistata è testimoniata dai certificati RECS (Renewable Energy Certificate System) e Latteria Montello inoltre si è recentemente impegnata in un progetto finalizzato ad individuare le procedure di Carbon Management attraverso la contabilizzazione delle emissioni di CO2 generate lungo la filiera produttiva (“Carbon Footprint”) e dalle diverse fasi del ciclo di vita dei seguenti prodotti, sotto l’egida del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Latteria Montello ha stabilito un dialogo diretto con gli allevatori e le fattorie del territorio, che conosce da anni. Il supporto di Latteria Montello a un allevamento sostenibile degli animali si concretizza attraverso assistenza veterinaria continua da parte dell’azienda agli allevamenti con cui coopera e attraverso il controllo che gli standard e la legislazione in materia di benessere animale venga correttamente rispettata da parte di tutti i fornitori.

Pubblicità