Pubblicità


Alla quinta edizione della Business Partner Convention, svoltasi a metà gennaio, di scena gli ottimi risultati 2012, con una crescita a due cifre del business in Italia, e le novità come la release 3.0 del WMS, sempre più declinato in chiave cloud

Wildix_prodottiWildix, società che sviluppa e produce soluzioni hardware e software di comunicazione integrata, in particolare nel settore del VoIP, inizia un 2013 all’insegna del potenziamento dell’offerta e della conquista di nuovi spazi sul mercato delle Unified Communications, dopo un 2012 che ha visto il fatturato in Italia superare quota 3 milioni di euro, con una crescita del 25% rispetto all’anno precedente.

Le novità hanno catalizzato l’attenzione degli intervenuti all’atteso incontro annuale dei partner, la cui quinta edizione si è svolta il 17 gennaio a Lazise, sulla sponda veronese del Lago di Garda. Alla presenza di 220 partecipanti, per un totale di 120 partner rappresentati, i lavori sono stati introdotti da Stefano Osler, Amministratore Delegato di Wildix, che ha confermato anche per il 2013 le linee guida che hanno caratterizzato l’anno appena trascorso: ulteriore consolidamento dell’ecosistema dei partner, insostituibile fattore chiave del successo di Wildix;  incremento delle iniziative dedicate alla formazione e ai roadshow; presentazione della versione 3.0 di Wildix Management System. Si conferma inoltre la spinta all’internazionalizzazione, che sulla scorta dei successi conseguiti in Francia, vede la società puntare anche sulla Germania.

Come di consueto, un momento clou è stato quello relativo alla premiazione dei partner, che ha visto quest’anno assegnare a 52 di essi il riconoscimento Gold e quello Top ad altri 12. A queste due categorie di vertice è riservato anche nel 2013 un importante piano di incentivi, illustrato nel dettaglio da Cristiano Bellumat, Direttore Commerciale di Wildix, che ha anche presentato le novità marketing previste per il 2013. Su tutte, spicca la nuova declinazione della Wildix Academy: sulla base del successo riscosso nel 2012, che ha visto la partecipazione di oltre 150 partner, nel corso del nuovo anno sarà infatti implementata la Academy Synchrony. Si tratta di una nuova formula studiata appositamente per educare alla sincronia le figure tecniche e commerciali in fase di vendita, composta da un corso tecnico professionale sul Networking con due date a Roma e Milano, e infine da un corso tecnico avanzato che si svolge a Odessa in Ucraina, dove è situato il centro di Ricerca & Sviluppo di Wildix.

 

Particolare rilievo è stato dato alle novità tecniche per il 2013, presentate da Dimitri Osler, Direttore Tecnico di Wildix e tra queste si evidenzia indubbiamente l’attesa versione 3.0 del Wildix Management System (WMS), cuore della proposta tecnologica della società. Diretta evoluzione della versione 2.0, il Core SIP del sistema include oltre 100 miglioramenti, che consentono di  ottimizzare, semplificare e potenziare i servizi e le varie funzionalità. I risultati assicurati sono notevoli: tra gli altri, vi sono una minor occupazione di banda (pari al 50%) grazie al traffico point to point, che permette di instradare le chiamate su un percorso più breve che libera risorse, e con l’introduzione di frame dinamici, che assicurano una sensibile riduzione di utilizzo della banda durante le varie comunicazioni. Inoltre, WMS 3.0 incrementa e potenzia il Paging, che è supportato dai telefoni Wildix serie WP, per un numero illimitato di dispositivi, attraverso la tecnologia RTP MULTICAST.

 

Ma la reingegnerizzazione operata nella nuova release WMS 3.0 ha visto anche una decisa apertura verso le nuove istanze del cloud, sempre più richieste da un mercato che vede di buon occhio la fruizione di servizi telefonici e di comunicazione in hosting: WMS 3.0 è virtualizzabile, grazie alla sua compatibilità con VMware e Xen Hypervisor.  E’ possibile gestire le soluzioni di comunicazione Wildix installando un sistema Wildix su macchine virtuali che possono essere ospitate da Server remoti. Questo conferisce più flessibilità di configurazione nella server farm.

Infine, la Ricerca & Sviluppo di Wildix ha lavorato anche alla realizzazione della versione per Android degli applicativi per la Comunicazione Unificata: già disponibili per iOs, il sistema operativo Apple, dal prossimo aprile faranno il loro debutto anche su Google Play.

 

“Siamo fiduciosi che le novità tecnologiche e  le iniziative studiate ad hoc per i nostri partner ci consentiranno di confermare anche nel 2013 gli importanti successi conseguiti nell’anno appena concluso, sia in Italia sia in Francia”, ha sottolineato Stefano Osler di Wildix. “La validità della nostra proposta di Unified Communications, veicolata al meglio grazie al nostro ecosistema di Business Partner, ci permette di misurarci ad armi pari se non superiori, con una concorrenza che vede la presenza di nomi blasonati, con importanti consensi da parte del mercato”.

 

Fondata nel 2005 a Trento, Wildix è attiva nello sviluppo di soluzioni VoIP e di applicazioni di Unified Communications, ovvero la possibilità di comunicare in diversi modi, come voce, dati e testo, attraverso un unico strumento con un’interfaccia unificata. Wildix fa della Ricerca e Sviluppo uno dei capisaldi delle proprie attività, consentendo di poter proporre al mercato soluzioni e prodotti evoluti e costantemente aggiornati tecnologicamente, configurandosi come soluzioni ideali per gestire la comunicazione nelle realtà di diverse dimensioni, dallo studio professionale alla grande azienda. A oggi, Wildix ha una rete indiretta composta da circa 150 partner certificati e qualificati e 4.000 impianti installati in tutta Italia.

 

www.wildix.com

Pubblicità


Pubblicità