Pubblicità


A tutti è capitato di ritrovarsi intrappolati in un ritratto di famiglia spaventoso, magari ancora esposto in bella vista nel salotto buono della mamma. Data l’importanza di queste immagini, è importante che il risultato finale sia all’altezza. La famiglia è sempre stato uno dei soggetti principe per le nostre foto. E se è vero che il soggetto non è cambiato, lo stile dei ritratti di famiglia è mutato profondamente ed esistono tantissime tecniche con cui sperimentare.

D3200_18_55 

Nikon ha scelto di collaborare con un fotografo specializzato in ritratti di famiglia, Robert Simpson, per individuare le tendenze più diffuse oggi in questo tipo di immagini, dagli scatti patinati da rivista o in stile “red carpet” che fanno il verso al mondo dello show-business alle immagini più tradizionali in stile reportage.

Per risparmiarti la vergogna di un brutto ritratto di famiglia incorniciato sul caminetto, che potrebbe perseguitarti per anni e anni, Robert ha fornito anche utili consigli su come predisporre la tua deliziosa foto di famiglia con la fotocamera reflex digitale di livello base Nikon, la D3200.

Famiglia “red carpet”

Lo stile della famiglia “red carpet” si è evoluto sulla spinta dei personaggi famosi, come quella David Beckham e Will Smith, che prendono parte agli eventi VIP con moglie e figli per trasmettere il senso della famiglia attraverso le foto scattate dagli onnipresenti fotografi.

Gli elementi di un buon ritratto “red carpet” valgono anche per le famiglie che si presentano a matrimoni, battesimi o compleanni e lo stile non è difficile da ricreare.

  • Basta scattare con uno sfondo privo di oggetti o di colore neutro che ponga la famiglia al centro dell’attenzione.
  • Un particolare dell’abbigliamento in comune, elegante o casual, e un collegamento fisico, come le braccia intorno alla vita o le mani sulle spalle, contribuiscono a consolidare e riunire la composizione.
  • Utilizza il flash incorporato della Nikon D3200 per aumentare la luminosità dello scatto e per eliminare delicatamente le ombre sotto gli occhi.
  • Invita i vari membri della famiglia a stabilire un rapporto personale con la fotocamera. Un sorriso caloroso o vivace è perfetto per dar vita a questo tipo di immagini.

La Grande Famille

Anche se abitate tutti nella stessa città, non è sempre facile riunire la famiglia al completo; per questo, quando ci si riesce, non si può fare a meno di immortalare l’evento. Sfortunatamente, si fa prima a dirlo che a farlo. È probabile che nella tua mente ci sia l’immagine della tua famiglia che si diverte e appare naturale, ma nella realtà il gruppo ha un aspetto formale e una composizione discutibile e i tuoi fratelli o le tue sorelle strizzano gli occhi perché disturbati dal sole.

Fortunatamente esistono principi chiave a cui affidarsi per ottenere risultati soddisfacenti.

  • Cerca di evitare le composizioni a squadra di calcio, usa sedie, panche e sgabelli per creare pose, angolazioni del corpo e spazi diversi tra i membri della famiglia e dare così respiro allo scatto.
  • Se non hai a disposizione appoggi, prova a disporre il gruppo a triangolo in ordine di altezza, con il più alto o il più basso al centro. Posiziona le persone più esterne leggermente più vicine alla fotocamera rispetto a quelle al centro.
  • Se scatti all’esterno in una giornata di sole, cerca di comporre il gruppo in una zona d’ombra e non sotto la luce diretta, per non ritrovarti ombre marcate e occhi mezzi chiusi.
  • Se tutto il gruppo riesce a vedere la fotocamera, tutti i visi saranno perfettamente visibili nella foto. Vale la pena di esaminare tutto il gruppo per vedere se sia davvero tutto contenuto nell’inquadratura.
  • Se è possibile, fissa la fotocamera a un treppiede per avere la certezza che tutte le immagini siano perfettamente inquadrate e poterti concentrare su come cogliere le singole espressioni. Se anche tu vuoi entrare nella foto, puoi azionare la Nikon D3200 a distanza con il tuo dispositivo Android.
  • Il fotografo della Corona inglese Patrick Lichfield utilizzava un trucco incredibile, di cui si è servito anche durante il matrimonio tra Carlo d’Inghilterra e Lady Diana. Teneva un fischietto sempre in tasca e, quando soffiava, riusciva a cogliere nei grandi ritratti di gruppo gli sguardi sorpresi degli ospiti, a cui facevano seguito sonore risate.

 

Reportage

Pubblicità


La fotografia di reportage non è mai stata tanto popolare quanto lo è oggi. Poiché le nuove fotocamere come la Nikon D3200 sono leggere e compatte, è più probabile che la si porti sempre con sé per cogliere i momenti quotidiani.

Per scattare immagini da reportage:

  • Porta sempre con te la fotocamera quando esci e tienila a portata di mano anche a casa per cogliere i momenti che più contano. Con il passare del tempo, più usi una fotocamera in famiglia e meno i tuoi familiari si renderanno conto che stai scattando loro delle foto.
  • Sfrutta situazioni diverse: vacanze ed escursioni offrono in genere momenti di maggiore divertimento e spontaneità e assicurano moltissime opportunità fotografiche.
  • Se non vuoi che la tua famiglia sia pienamente consapevole che stai per scattare una foto, il modo Scatto discreto della Nikon D3200 si rivelerà particolarmente utile. Se stai cercando di fotografare la tua famiglia con più discrezione, puoi sceglierlo per disattivare anche il segnale acustico della fotocamera, affinché non costituisca una distrazione.
  • Tieni sempre a disposizione una batteria carica di riserva e una scheda di memoria per la fotocamera, per evitare di restare senza quando servono.
  • Cerca di cambiare il punto di vista della fotocamera. Le inquadrature all’altezza degli occhi, all’altezza della vita (stando in ginocchio), da sdraiati e riprese da una posizione elevata generano ciascuna una prospettiva diversa e donano alla foto una diversa dinamica.

Famiglia VIP da rivista

I racconti fotografici dei personaggi famosi nella propria casa, un elemento che non manca mai nelle riviste che si occupano di lifestyle, ritraggono scene in posa di intimità familiare. Queste immagini hanno uno stile inconfondibile. Da un lato le foto sembrano rilassate, informali e spesso ritraggono espressioni animate. I personaggi famosi ritratti stanno chiaramente interagendo con l’obiettivo e con il fotografo e quindi risultano coinvolgenti anche per il lettore, che è invitato ad entrare nel loro mondo anche se solo per pochi istanti. Dall’altro, tuttavia, queste immagini dall’aspetto informale sono frutto di una composizione e una preparazione studiate e accuratamente dirette. Per ottenere uno scatto stile rivista:

  • Suggerisci delle pose che mettano in stretto contatto i membri della famiglia creando un’unica forma, ad esempio bambini e genitori che si abbracciano sdraiati sul letto o sulla spiaggia.
  • I personaggi famosi in genere indossano abiti che ben si adattano all’ambiente circostante o che sono in forte contrasto con l’ambiente per design e colori, quindi invita i tuoi familiari a scegliere una di queste opzioni.
  • Cerca di interporre la maggiore distanza possibile tra i soggetti e lo sfondo, per conferire un’impressione più dinamica allo scatto.
  • Scegli gli elementi d’arredo e l’ambientazione giusti: la disposizione e lo stile da rivista in genere aggiungono qualcosa alla fotografia senza togliere nulla al soggetto.
  • Usa oggetti vari per creare una posa artistica. Il punto di vista di una fotocamera rivolta leggermente in basso verso la tua famiglia può permetterti di ottenere risultati lusinghieri, per questo le foto da seduti in genere funzionano meglio. Divani soffici e spaziosi non sono adatti perché invitano i soggetti a sprofondare e ad allontanarsi dalla fotocamera anziché stabilire una relazione con l’obiettivo.

Scatti in studio

Negli ultimi decenni, il grado di rilassatezza della nostra società è andato aumentando ed è aumentato anche, per contrappasso, il nostro desiderio di foto di famiglia animate, piene di vita e di personalità. Spesso le pose per queste immagini vengono discusse e coreografate, ma durante i preparativi si incoraggiano e si sviluppano più spontaneità e dinamismo di quanto non sarebbe avvenuto con le tradizionali e statiche pose da studio. Il risultato finale è più naturale e divertente. Generalmente si usano uno sfondo e un pavimento bianchi illuminati, due ottime scelte per i seguenti motivi:

  • L’immagine finale ha un aspetto molto più definito, che sia in bianco e nero o a colori.
  • Indumenti scuri su un fondo bianco assicurano un piacevole contrasto nelle immagini. Gli abiti chiari sono l’ideale per ritratti a mezzobusto o scatti a figura intera che comprendono anche il pavimento perché si stemperano nello sfondo bianco e spostano tutta l’enfasi sul viso e sull’espressione del soggetto.
  • Il pavimento bianco assicura una migliore illuminazione per creare un effetto fresco e naturale.

Per realizzare il tuo scatto da studio, segui questi suggerimenti:

  • Divertiti a sperimentare una maggiore creatività quando posizioni i tuoi familiari tenendo sotto controllo la forma e la composizione.
  • Discuti animatamente con i tuoi familiari per suscitare in loro risate ed espressioni interessanti.
  • Scegli uno sfondo libero da oggetti o uniforme. Una veranda è un luogo splendido da adibire a studio. Puoi appendere un grande lenzuolo bianco o una pezza di velluto nero alle spalle dei soggetti per creare uno sfondo adatto e spostare l’enfasi dello scatto sulla famiglia.

Conclusione

Esistono molti stili diversi per creare ritratti di famiglia e non devi quindi avere timore di sperimentare e individuare quello che sia tu che la tua famiglia preferite. I progressi nella fotografia digitale hanno reso ancora più facile provare tecniche diverse e fotocamere come la Nikon D3200 ti guidano nel cammino che ti farà ottenere lo scatto giusto e gradito a tutta la famiglia.

Biografia di Robert Simpson

Robert Simpson è un noto fotografo specializzato in ritratti di famiglia e in reportage fotografici. È stato il fotografo della Famiglia reale britannica in numerose occasioni, tra cui la festa di compleanno per gli 80 anni della Regina Elisabetta II d’Inghilterra nel 2006 e un pranzo per il Giubileo di diamante per i Regnanti nel maggio 2012. Ha anche contribuito alla fotografia del matrimonio del Principe William e di Kate Middleton a Buckingham Palace lo scorso anno.

Ha lavorato in molti paesi del mondo e ha avuto il privilegio di fotografare, tra gli altri, Sir Anthony Hopkins, Sir Michael Caine, Thandie Newton, Bryan Adams, Sir Elton John e diversi membri della Famiglia reale del Brunei.

Pubblicità