Veronafiere capitale dell’efficienza energetica con Smart Energy Expo e Verona Efficiency Summit

Nasce alla Fiera di Verona l’unica manifestazione B2B in Italia che riunisce in modo completo e trasversale tutta le filiera legata all’efficienza energetica. Nella giornata inaugurale di Smart Energy Expo, in programma Verona Efficiency Summit: evento internazionale per fare il punto sullo stato dell’arte del settore con un network interdisciplinare tra imprese, mondo scientifico e istituzioni.

verona fiereVeronafiere si candida come protagonista nel mercato europeo della white-green economy. Dal 9 all’11 ottobre 2013, alla Fiera di Verona debutta Smart Energy Expo (www.smartenergyexpo.net), la prima manifestazione internazionale sull’efficienza energetica. La fiera, inaugurata da Verona Efficiency Summit, riunisce i processi e le tecnologie per l’uso efficiente dell’energia in tutti gli ambiti della società: nell’industria e nei trasporti, nella pubblica amministrazione, nell’agricoltura e nelle città, nel terziario e nelle abitazioni.

La rassegna è stata presentata questa mattina nella sede romana di Gse, Gestore dei servizi energetici, da Ettore Riello, presidente di Veronafiere, Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere, Marco Pezzaglia, founding partner e direttore tecnico-scientifico di Ekn, EfficiencyKNow e Costantino Lato, direttore Studi statistici e servizi specialistici di Gse. A moderare l’incontro il giornalista Diego Gavagnin, direttore di Quotidiano Energia.

«Smart Energy Expo – ha spiegato il presidente di Veronafiere, Ettore Riello – è un progetto ideato e sviluppato interamente da Veronafiere con la consulenza specialistica di EfficiencyKNow ed ha l’obbiettivo di creare una rete tra tutti i principali attori coinvolti nel campo dell’efficienza energetica, per produrre innovazione e valore».

Per questo si rivolge ad aziende, istituzioni, enti, mondo scientifico e accademico e ha già ricevuto il patrocinio, oltre che di Gse, anche dell’Università degli Studi di Verona e quella di Padova. Si avvale, inoltre, della collaborazione di un Comitato scientifico di prestigio, in via di definizione.

Parte integrante di Smart Energy Expo è Verona Efficiency Summit, previsto nella giornata inaugurale del 9 ottobre. Di fatto, il primo forum di livello internazionale organizzato nel Paese sul tema dell’efficienza energetica: un’occasione unica per tutti i principali addetti ai lavori nazionali ed esteri di fare il punto e aprire un dibattito europeo, dai pacchetti legislativi fino agli sviluppi futuri legati al business.

L’utilizzo razionale e intelligente dell’energia è ormai imprescindibile per lo sviluppo del sistema- Paese e di stretta attualità dopo il varo, lo scorso dicembre, dei decreti attuativi sul nuovo Conto Termico e sul potenziamento dei Certificati bianchi, contenuti nella Strategia energetica nazionale

delineata dal Governo per ridurre i consumi fino al 24 per cento e risparmiare fino a 8 miliardi di euro all’anno. Mete ambiziose, dettate anche dall’Unione europea che conta, entro il 2020, di produrre il 20 per cento dell’energia da fonti rinnovabili e abbattere le emissioni di gas serra del 20 per cento rispetto ai livelli del 1990.

Per raggiungere tali traguardi è necessario ridurre la frammentazione e rappresentare il comparto il modo trasversale e completo: non solo fotovoltaico, quindi, ma sistemi di monitoraggio e gestione efficiente di elettricità, calore e acqua, isolamento degli edifici, cogenerazione ad alto rendimento, smart-grid, biomasse e mobilità intelligente.

Soluzioni che all’interno dei padiglioni della Fiera di Verona, con layout caratterizzati da diversi colori, vengono raggruppate in 6 aree merceologiche: Generazione di energia, Efficienza per l’edilizia, Efficienza per gli impianti, Servizi, Energy&home ICT, Smart cities and Communities. Queste categorie si incrociano poi con i settori d’intervento all’interno dei quali possono operare e cioè agricoltura, edilizia, industria, terziario, pubblica amministrazione e residenziale.

«Smart Energy Expo si caratterizza per questo quale fiera B2B – ha sottolineato Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere –, punto di incontro privilegiato tra domanda e offerta, come testimonia anche la scelta di giorni feriali per il suo svolgimento e l’ingresso riservato ad un pubblico di operatori professionali accreditati». Nel corso della manifestazione aziende e visitatori possono creare, gestire e consolidare relazioni grazie al Catalogo 2.0: un sistema di matching che, grazie a codici QR su stand e totem elettronici, consente di visualizzare sul proprio smartphone o tablet percorsi di visita su misura.

«Da tempo serviva un forte punto di aggregazione per lo sviluppo dell’efficienza energetica nel nostro Paese. La partnership con Veronafiere ha permesso la nascita di un evento che è un’occasione unica di incontro per gli operatori economici ed industriali e per la creazione di una dialettica tra mondo del business e istituzioni», ha commentato Marco Pezzaglia, founding partner e direttore tecnico-scientifico di EfficiencyKNow.

Smart Energy Expo, infine, è la prima manifestazione in Italia con un allestimento eco-certificato, grazie ad un progetto pilota con il ministero dell’Ambiente sulla carbon footprint, ossia la contabilizzazione della emissioni di CO2 prodotte. Stand più leggeri composti da alluminio e tessuto ecologico riciclabile permettono, infatti, di risparmiare energia nel produrli e trasportarli: una precisa scelta di Veronafiere per proporre un modello fieristico sempre più virtuoso e sostenibile.

Web: www.veronafiere.itwww.smartenergyexpo.net 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: