Amorim Cork all’avanguardia nella ricerca di nuove applicazioni 
per il sughero, materia prima straordinaria e riciclabile al 100%

Tappi, certo. Ma anche pavimenti, materiale fonoassorbente e isolanti per l’aeronautica, oggettistica di ogni genere, dalla casa all’ufficio e persino componenti d’arredo, divani e poi giacche, borse, scarpe… Grazie alle sue eccezionali proprietà tecniche il sughero sta diventando una materiale sempre più ricercato dai creativi come dai tecnici di tutto il mondo. E’ naturale, ignifugo, impermeabile, isolante termico e acustico e soprattutto riciclabile al 100%: ecosostenibile e dalle alte performance tecniche, è decisamente il materiale del futuro.

Il gruppo portoghese Amorim, da 140 anni leader nel mondo del sughero, si è avventurato nella ricerca di nuove applicazioni di questo materiale fin dagli anni ’60 quando ha fondato i primi stabilimenti in Portogallo dedicati alla produzione di triturati e agglomerati al fine di recuperare quel 70% di materiale di scarto della lavorazione dei tappi. Oggi, a fianco della business unit dedicata ai tappi in sughero che copre il 58% delle vendite, ci sono all’interno del Gruppo Amorim anche delle business unit dedicate a Pavimenti e Rivestimenti (23,7%) Composti (14,9%) e Isolamenti (1,7%). Una fetta di mercato che è sempre più significativa anche alla luce degli ambiziosi progetti di riciclo dei tappi in sughero lanciati nel diversi paesi in cui il gruppo è presente e tra questi anche l’Italia.

<A partire dalla materia prima sughero – spiega Carlos Santos, ad della filiale italiana del gruppo, Amorim Cork Italia – possono nascere le applicazioni più impensabili. E in questa direzione gli artisti e i designer ci possono essere di grande aiuto nell’avvicinare all’opinione pubblica questo materiale, declinandolo in vari contesti diversi da quello tradizionale del vino: dall’architettura all’interior design, al design di prodotto o alla moda. Si tratta di applicazioni che possono sposare sempre più in futuro anche la logica del riciclo dei tappi in sughero, dimostrando come è possibile donare nuova vita a dei prodotti che fino a ieri finivano nella spazzatura>.

Un esempio di quelle che potrebbero essere nuove future applicazioni lo fornisce anche la carrellata di progetti finalisti al concorso di design “The Future of Cork Application”, un’iniziativa del gruppo Amorim insieme a Domaine de Boisbuchet, celebre istituto di design francese e coordinato dallo studio di design portoghese Pedrita. Tra le idee proposte un grammofono, una presa per la corrente, delle cuffie, sedie e ciabatte ma soprattutto il progetto vincitore: un alveare in sughero, realizzato dalla designer polacca Anna Loskiewicz. Un progetto che si pone in continuità con il lancio da parte di Amorim della collezione “Materia” avvenuto nel 2011 e che aveva già visto il coinvolgimento di giovani designer internazionali nella ricerca di nuovi utilizzi della materia prima sughero.

Altro esempio, questa volta tutto italiano, dell’utilizzo del sughero nell’edilizia è il rivestimento della nuova cantina vini dell’azienda Derbusco Cives in Franciacorta in cui sono stati impiegati dei pannelli in sughero come “cappotto a vista”. L’uso del pannello in sughero, oltre a fornire all’edificio le caratteristiche tecniche tipiche del sughero, ha consentito una grande precisione di taglio e un’incommensurabile risparmio di tempo, considerando che non è stata necessaria alcuna finitura.

 

Il Gruppo Amorim è la prima azienda al mondo nella produzione di tappi in sughero, in grado di coprire da sola il 25% del mercato mondiale di questo comparto e il 19% del mercato globale di chiusure per vino, conta 22 filiali distribuite nei principali paesi produttori di vino dei cinque continenti.

Amorim Cork Italia, con sede a Conegliano (Treviso), filiale italiana del Gruppo Amorim, si è confermata nel 2010 azienda leader del mercato del Paese, in grado di soddisfare da sola il 18% della richiesta nazionale. La sua leadership è dovuta ad una solida rete tecnico-commerciale distribuita su tutto il territorio della penisola, ad un efficace servizio di assistenza pre e post vendita ma anche all’avanguardia dei suoi sistemi produttivi e gestionali e soprattutto del suo reparto Ricerca&Sviluppo, al quale si associa una spiccata sensibilità per la tutela dell’ambiente e in particolare per la salvaguardia delle foreste da sughero.

 

Amorim Cork Italia S.p.A.
Via Camillo Bianchi, 8

Z.I. Scomigo – 31015 Conegliano (TV) 
Tel. 0438/394971 – Fax 0438/394607

e-mail: mail.acit@amorim.com

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: