Studio Azzurro Teatro a cura di Noemi Pittaluga e Valentina Valentini

Questo libro presenta gli spettacoli musicali, teatrali, di danza di Studio Azzurro, un gruppo di ricerca artistica fondato nel 1982 che si esprime con i linguaggi delle nuove tecnologie. I lavori qui raccolti rappresentano una significativa selezione della articolata produzione di trenta anni di lavoro. La struttura portante del volume è data da una rigorosa ricostruzione degli spettacoli basata sui documenti conservati negli archivi di Studio Azzurro (schizzi, storyboard, testi, immagini fotografiche, recensioni, locandine) e sulla memoria diretta degli autori.

Studio Azzurro TeatroLa produzione di Studio Azzurro (videoambienti, ambienti sensibili e interattivi, performance teatrali, film e video) è stata presentata in contesti nazionali e internazionali. Oltre che in opere sperimentali, l’attività del gruppo si lega ad esperienze più divulgative come la progettazione di musei e mostre tematiche, attraverso cui costruisce un contesto comunicativo che prevede una significativa partecipazione dello spettatore all’interno di un impianto narrativo, ispirato a una ipertestualità e ad una continua oscillazione tra elementi reali e virtuali.

Il lavoro di Studio Azzurro si legge all’interno dei nuovi paradigmi connessi al mutamento che la scienza, le nuove tecnologie, l’estetica vanno elaborando a partire dagli ultimi tre decenni del XX secolo e oltre.

Molte domande attraversano i testi, in particolare: l’uso di dispositivi tecnologici ha narcotizzato o amplificato la dimensione teatrale? Una drammaturgia che ha come dispositivo costruttivo le nuove tecnologie è stata in grado di reinventare il medium teatro?

 

Noemi Pittaluga, nata a Genova nel 1985, ha pubblicato il saggio Un’identità incerta tra vita e morte, in Collettivo Curatoriale Gruntumolani, Master per Curatore museale e di eventi performativi (a cura di), Singolarità mobili che abitano uno spazio nomade. Identità italiane in video, Editoria e Spettacolo, Roma, 2012, e diversi articoli per Exibart. Dal 2010 lavora come assistente e curatrice per la Galleria Gallerati di Roma.

 

Valentina Valentini insegna arti performative, elettroniche e digitali ed è Direttore del Centro Teatro Ateneo de “La Sapienza”, Università di Roma. Studiosa dei problemi dello spettacolo nel Novecento, tra le sue pubblicazioni si ricordano: Il dibattito sul teatro negli USA: Schechner e TDR (1974); La teoria della performance (1985), Dopo il teatro moderno (1989), La tragedia moderna e mediterranea (1991), Il poema visibile (1993), Mondi, corpi materie. Teatri del secondo Novecento (2007). Fa parte del comitato di redazione della rivista Biblioteca Teatrale, Performance Research (Routledge), Imago e dirige la collana Audio-Videoteca teatrale (Bulzoni).

 

Formato 20 x 25,7 Cartonato

Pagine 280

Prezzo 35 Euro

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: