Riscaldamento a pavimento? Da oggi bastano 3 cm di spessore. Dry-Tech, la soluzione perfetta per le ristrutturazioni

Accanto ai sistemi di riscaldamento a pavimento tradizionali, RDZ propone DRY-TECH, sistema a secco, appositamente studiato per applicazioni nelle quali sono richiesti ingombri e carichi limitati, come può essere il caso di ristrutturazioni, realizzazioni in soppalchi o su pavimenti già esistenti soprattutto nel settore residenziale.
Dry_techLa peculiarità di questo sistema è la mancanza del massetto che permette di guadagnare parecchi centimetri di spessore, garantisce la bassa inerzia termica e la velocità di reazione del sistema e riduce i tempi di realizzazione: il sistema infatti è immediatamente calpestabile e operativo senza che siano necessari i tempi di asciugatura del massetto.

Questi i principali elementi che compongono il sistema:

  • Il pannello Dry-Tech, bugnato, in polistirene sinterizzato, prodotto in conformità alla normativa UNI EN 13163, stampato in idrorepellenza a celle chiuse, è caratterizzato da resistenza alla compressione 300 kPa, conducibilità termica 0.035 W/(m·K), spessore nominale 25 mm. Presenta una superficie superiore sagomata con speciali incavi predisposti per l’alloggiamento delle lamelle termoconduttrici portatubo.
  • Le lamelle termoconduttrici, in acciaio zincato dello spessore di 0,4 mm, predisposte per contenere la tubazione RDZ Clima, hanno la funzione di diffondere il calore.
  • Il tubo utilizzato per la distribuzione del fluido termovettore, di diametro 14 mm e spessore 2 mm, è in polietilene reticolato ad alta densità per via elettrofisica, , con barriera antiossigeno interposta tra la tubazione in PE-Xc e uno strato esterno in PE che garantisce la protezione durante le fasi di lavorazione in cantiere. Gli strati sono incollati tra loro da uno speciale collante. Prodotto in conformità alle normative UNI EN ISO 21003-2 e DIN 4726, garanzia di reticolazione omogenea e permanentemente stabile senza rischio di discontinuità per il mantenimento delle caratteristiche nel tempo.
  • Lo strato di supporto è costituito da un ripartitore di carico in fibre sintetiche, laminato su entrambi i lati caratterizzato da resistenza alla compressione 590 kN/m2, conducibilità termica 0,042 W/(mK), dimensioni 1200x800x4 mm. Le lastre vengono fissate tra di loro da un nastro adesivo che garantisce la formazione di un piano uniforme. Il rivestimento in ceramica viene incollato tramite un adesivo cementizio specifico da miscelare con un lattice elasticizzante e acqua; la posa del pavimento in legno invece è flottante.

In 3 centimetri di spessore RDZ offre una soluzione dalla bassa inerzia termica, semplice da installare, immediatamente calpestabile, applicabile in casi in cui i tradizionali sistemi radianti non potrebbero essere utilizzati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: