Pubblicità


I nomi delle etichette dei vini prodotti in provincia di Parma già dicono tutto: Callas e Nabucco; e i salumi sono quelli realizzati nella fattoria che era del maestro Giuseppe Verdi. Grazie alla collaborazione con il Gambero Rosso questa sera gli ospiti nella saletta riservata proprio dinanzi al Palco reale (è prevista la presenza del Presidente Monti e forse a sorpresa del Presidente Napolitano) potranno gustare alcune eccellenze del territorio di Parma. I vini sono prodotti da Monte delle Vigne a Collecchio. Un’azienda ben radicata in zona che sta producendo vini che guardano al mercato internazionale, anche giocando con i riferimenti all’opera. Ecco il Nabucco, o, come nel caso della degustazione di questa sera, il Callas 2011: è un Due bicchieri del Gambero Rosso (“dopo una iniziale nota ridotta si apre, fresca e scattante, piena”). Ne vanno orgogliosi i patron dell’azienda, il costruttore Paolo Pizzarotti e l’enologo Andrea Ferrari, che durante una pausa dell’opera doneranno al Maestro Muti una doppia Magnum.

Ancora più verdiana la storia del culatello che sarà assaggiato questa sera. Massimo e Luciano Spigaroli sono nipoti del fattore del maestro Verdi. Il nonno venne addirittura licenziato dal dispotico proprietario terriero quando si presentò al maestro con una lepre uccisa per sbaglio. Il maestro lo licenziò su due piedi: “qui solo io ho il potere di vita e di morte”. Un secolo dopo, Massimo e Luciano hanno acquistato anche quei terreni e all’Antica Corte Pallavicina producono il miglior culatello d’Italia. Lo producono e lo stagionano anche per i big della terra e … della cucina: da Obama, a Carlo d’Inghilterra, ai grandi chef (Ducasse ha un’area riservata a lui nella cantina dove vengono stagionati anche selezionatissimi Parmigiani Reggiani). Qualche giorno fa l’Antica Corte Pallavicina è stata premiata dal Gambero Rosso come locale Foodies 2013.

“La collaborazione con l’Opera, proprio il giorno dell’avvio dell’anno verdiano e in occasione dell’apertura della stagione – ha detto Paolo Cuccia, presidente del Gambero Rosso – ci onora e dimostra ancora una volta che bello e buono nel nostro Paese devono camminare assieme.”

Pubblicità