“Vacanza perenne”, nuovo video di Maccio Capatonda per Intersos la viralità che porta in giro la solidarietà

Un avviso di sfratto ‘citofonico’ e, persa la casa, Mariottide porta il figlio Fernandello in ‘Vacanza Perenne’ in un deserto senza acqua né cibo. E’ il nuovo episodio della serie comica ‘Casa Mariottide’ di Maccio Capatonda ideato per INTERSOS, video virale online.

INTERSOS, da 20 anni a fianco delle popolazioni in pericolo, ha lasciato la totale libertà creativa al comico, che ha dato vita a un’esilarante, intelligente e amara comicità a cura della casa di produzione Shortcut Productions Srl di Marcello Macchia (vero nome di Maccio Capatonda) e Enrico Venti, che dal 2002 si occupano della realizzazione e post-produzione di audiovisivi per la televisione e per il web.

In un contesto surreale, che sfugge a ogni retorica, i due protagonisti vivono la quotidianità di chi non ha assolutamente nulla e si arrangia per sopravvivere con qualsiasi mezzo creativo. Quasi 6 minuti di divertimento e ironia nonsense che si rivelano corrosivi e stranianti, ed efficaci forse quanto un lungo documentario dal vero. Il video, con il suo dirompente effetto di condivisione in rete, ha l’obiettivo di coinvolgere il pubblico dal basso e renderlo positivamente protagonista della diffusione del messaggio di solidarietà. Strappa molti sorrisi, senza far leva su collaudati meccanismi di commozione, affidandosi alla creatività anticonformista di Capatonda. Lo stile comico che ha decretato il successo delle webserie di Maccio Capatonda e la sua squadra di attori fa il verso agli errori comuni della lingua italiana, facendo parlare i personaggi con vocaboli inventati pur di esprimersi, creando parodie della TV ufficiale e delle sue manie.

INTERSOS da 20 anni aiuta in 16 paesi oltre 3 milioni di persone. Attraverso la Campagna contro l’arruolamento dei Bambini Soldato, fornisce protezione e educazione a centinaia di minori nel distretto dell’Alto Uélé, nella Repubblica Democratica del Congo. E questo Natale, sarà possibile aiutarli sostenendo la costruzione di una scuola nel villaggio di Duru e l’inserimento di 400 ex bambini soldato attraverso supporto psicologico e economico.

Personaggi di massa e di culto al tempo stesso, le tante metamorfosi di Capatonda si sono impadronite della rete in pochi anni. Maccio Capatonda si è subito distinto per uno stile del tutto particolare, fatto di giochi di parole, trovate dissacranti che hanno riscosso un incredibile successo in tv, in Rete e anche in radio con l’ingresso nel programma principale della radiofonia italiana ‘Lo Zoo di 105’. Dopo l’esordio nazionale su Mediaset grazie alla Gialappa’s Band, Marcello e Shortcut Productions Srl si sono resi conto di essere divenuti un fenomeno eclatante del Web dove milioni di persone richiedevano altri loro sketch. Ci ha pensato Fox che aprendo il proprio canale online dedicato alla comicità, Flop Tv, ha deciso di chiamare Maccio Capatonda e la sua Crew a fare da veri e propri padroni di casa. Le nuove esperienze su La7 con Unreal TG, e con MTV si affiancano così alle webserie e trailers online.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: