Le Serre Nuove dell’Ornellaia 2010: pioggia e sole per una vendemmia che regala armonia aromatica

In Ornellaia l’annata 2010 è stata una delle annate più fresche e tardive degli ultimi anni: il tempo è trascorso lento senza particolari picchi di calore. Un alternarsi di pioggia e sole, ognuno al momento giusto, ha portato i vigneti ad una perfetta maturità. Senza fretta. La vendemmia  è iniziata a metà settembre e si è conclusa, dopo la raccolta manuale dei grappoli parcella per parcella, il 12 di ottobre.

Gli acini selezionati su un doppio tavolo di cernita, sono stati vinificati in acciaio per ogni singola varietà . Dopo la fermentazione il vino è rimasto in barrique nella cantina per 15 mesi. Infine dopo ulteriori 6 mesi di affinamento in vetro Le Serre Nuove dell’Ornellaia è arrivato sul mercato internazionale offrendo nel bicchiere  un vero scrigno di profumi.

In un’annata tra le più fresche e tardive degli ultimi anni Le Serre Nuove dell’Ornellaia esprime una grande qualità aromatica – queste le parole di Axel Heinz, enologo e Direttore di produzione di Ornellaia, che aggiunge – taglio equilibrato tra Cabernet Sauvignon e Merlot, Le Serre Nuove dell’Ornellaia 2010 si caratterizza da intense note fruttate, di tabacco e spezie e al palato sviluppa una struttura fine ed articolata con tannini setosi ed una grande complessità aromatica. Concludendosi in un finale fitto di grande fermezza.

Considerando che Le Serre Nuove è da sempre l’anteprima di Ornellaia… gli appassionati sono avvertiti. In enoteca a partire da novembre 2012.

 

La Tenuta dell’Ornellaia. La filosofia di Tenuta dell’Ornellaia vede la nascita dei vini come espressione più vera del proprio territorio di origine. Le uve per Ornellaia sono selezionate a mano e raccolti nei vigneti di proprietà a Bolgheri, sita sulla costa toscana. La diversa natura dei terreni della tenuta – marini, alluvionali e vulcanici – è ideale per la coltivazione di Cabernet Sauvignon, Merlot, Cabernet Franc e Petit Verdot. La Tenuta comprende una superficie vitata di 97 ettari sulla costa Toscana, a pochi passi dal borgo medioevale di Bolgheri e dal celebre viale dei cipressi. Il costante lavoro del team e le condizioni microclimatiche e geologiche ottimali hanno portato in un ventennio – il 1985 è stata la prima annata di Ornellaia – i vini della tenuta a grandi successi internazionali. Ornellaia 1998 è stato nominato vino dell’anno nel 2001 dalla rivista americana Wine Spectator. Nel 2011 la testata tedesca Der Feinschmecker ha assegnato ad Ornellaia il suo premio più ambito, il Weinlegande. Numerosi anche i riconoscimenti ottenuti a livello nazionale e internazionale, soprattutto la presenza costante ai vertici delle principali guide enologiche italiane, Gambero Rosso, Espresso, Veronelli, Duemilavini AIS, Luca Maroni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: