A Bellinzona si sfidano 720 formaggi svizzeri

Qualcuno le ha già paragonate alle Olimpiadi perché richiedono anni di preparazione e vedono sfilare tantissimi concorrenti tutti al top, anche se non si parla di forma fisica… ma di formaggio.

Sono gli ambitissimi Swiss Cheese Award, che si svolgono questa settimana a Bellinzona dal 27 settembre e che vedono sfidarsi 720 formaggi da tutta la Svizzera.

A gareggiare con così tante forme sono ben 135 produttori elvetici, che quest’anno hanno battuto ogni record di iscrizioni pur di conquistare un riconoscimento nelle ventisette categorie in gara.

Un’occasione anche per il pubblico di partecipare a una grandiosa festa attorno a prodotti di eccezionale qualità, confrontando il meglio della produzione di ogni cantone. Nomi famosi come

Emmentaler DOP, Le Gruyère DOP, Sbrinz DOP e Tête de Moine DOP, ma anche Appenzeller, Raclette del Vallese e molte altre produzioni (rigorosamente made in Switzerland) si incontrano in un vero tour gastronomico dell’eccellenza svizzera.

Venerdì, tra i vincitori di tutte le categorie, la giuria conferirà inoltre un super-titolo al miglior formaggio in assoluto. E fino a domenica Bellinzona sfoggerà tutto il folclore ticinese: sabato 29, oltre al mercato del formaggio d’alpe ticinese e al popolare mercato in città vecchia, la Turrita sarà teatro di uno scarico dell’alpe in grande stile: il corteo di animali addobbati, sbandieratori, suonatori di corno delle Alpi, cori, costumi ticinesi e trenta suonatori di campanacci sfocerà al Campo militare.

Tra tanti spettacoli folcloristici, in Piazza del Sole sorgerà anche un’arena per chi vorrà misurarsi nella lotta svizzera. Mentre nel caseificio itinerante di Gruyère si potrà assistere live al lavoro dei casari, che produrranno ogni giorno formaggio d’alpe ticinese.

 

Tutto il programma su http://www.cheese-awards.ch/it/program/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: