A Torino Ramazzotti presenta alla comunità internazionale il progetto di Fair Trade in India dedicato a supportare i piccoli produttori di spezie

Da sempre legato alle proprie radici, sensibile alle tematiche ambientali e con una forte responsabilità sociale, RAMAZZOTTI partecipa alla prima edizione di un evento che riunisce in un unico appuntamento il Salone Internazionale del Gusto e Terra Madre. Lo fa coerentemente con le finalità di questa importante manifestazione: promuovere un modello alimentare rispettoso dell’ambiente, delle tradizioni e delle identità culturali.

 

Ramazzotti, icona del gusto italiano, nato all’ombra della Madonnina nel 1815, custodisce in sé la ricetta a base di 33 erbe e spezie che lo hanno reso l’amaro più noto al mondo e che indissolubilmente lo avvicinano all’oriente. Un legame che, unitamente ai valori del marchio, ha dato vita ad un progetto di fair trade dedicato a favorire l’imprenditorialità, rafforzare le capacità produttive e migliorare le competenze finanziarie dei coltivatori di spezie nella regione indiana del Kerala.

Pur essendo l’India il primo esponente mondiale del mercato, la produzione di spezie sul suo territorio è condotta da piccoli produttori che guadagnano ancora oggi meno di 2 dollari al giorno senza alcuna competenza economica né modello organizzativo attraverso cui interfacciarsi con i mercati internazionali.

Questo scenario ha spinto Ramazzotti a dare vita, nel 2010, ad un progetto che prevede l’acquisto diretto di alcune spezie (cardamomo, zedoaria e chiodo di garofano) da 500 dei 2000 produttori locali dell’associazione PDS (PDS Organic Spices – unità di produzione organica della ONG Peermade Development Society) garantendo loro, al contempo, un programma di formazione agraria, commerciale e finanziaria. Un impegno importante sviluppato insieme a due organizzazioni riconosciute a livello internazionale: Planet Finance, attiva in 80 paesi con progetti di micro-finanza e il Ministero federale tedesco per la Cooperazione Economica e lo Sviluppo (BMZ).

 

A due anni dall’avvio del progetto Ramazzotti lo presenta a Torino affinché possa essere conosciuto ed eventualmente “adottato” da altre Aziende e realtà produttive in tutto il mondo, unite nell’obiettivo di supportare l’associazione dei produttori di spezie del Kerala nel divenire una fonte di riferimento per l’approvvigionamento di spezie di prima qualità.

 

Ulteriori informazioni

Amaro Ramazzotti fa parte del Gruppo Pernod Ricard, la cui filiale italiana Pernod Ricard Italia è il risultato dell’evoluzione e trasformazione delle Distillerie Fratelli Ramazzotti, un’azienda fondata nel 1815 e cresciuta costantemente fino a diventare leader sul mercato italiano. A seguito delle recenti acquisizioni di Seagram (2001), Allied Domecq (2005) e di Vin & Spirit (2008), si è ulteriormente rafforzata potendo offrire ai consumatori italiani, oltre all’Amaro Ramazzotti, marchi come Havana Club, Absolut, Chivas Regal, Ballantine’s, G.H. Mumm, Malibu, Wyborowa, Beefeater, Jameson, The Glenlivet, Pernod, Ricard, ecc. (visita il sito www.pernod-ricard-italia.com).

Amaro Ramazzotti condivide con il Gruppo Pernod Ricard il forte impegno verso il consumo responsabile di bevande alcoliche.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: