FEDELTA’ DEL SUONO #278 – 02/2019 – COSA SAREBBE LA VITA SENZA LA MUSICA?

Pubblicità


Cosa sarebbe la Vita senza la Musica?

 

“Because the Night”

 

Take me now, baby, here as I am

Pull me close, try and understand

Desire is hunger is the fire I breathe

Love is a banquet on which we feed

Come on now try and understand

The way I feel when I’m in your hands

Take my hand come undercover

They can’t hurt you now

Can’t hurt you now, can’t hurt you now

Pubblicità


Because the night belongs to lovers

Because the night belongs to lust

Because the night belongs to lovers

Because the night belongs to us

Have I doubt when I’m alone

Love is a ring, the telephone

Love is an angel disguised as lust

Here in our bed until the morning comes

Come on now try and understand

The way I feel under your command

Take my hand as the sun descends

They can’t touch you now

Can’t touch you now, can’t touch you now

Because the night belongs to lovers

Because the night belongs to lust

Because the night belongs to lovers

Because the night belongs to us

With love we sleep

With doubt the vicious circle

Turn and burns

Without you I cannot live

Forgive, the yearning burning

I believe it’s time, too real to feel

So touch me now, touch me now, touch me now

Because the night belongs to lovers

Because the night belongs to lust

Because the night belongs to lovers

Because the night belongs to us

Because tonight there are two lovers

If we believe in the night we trust

Because the night belongs to lovers

Because the night belongs to lust

Because the night

Belongs to lovers

Because the night

Belongs to us

 

 

Album: Easter

Artista: Patti Smith

Compositore: Bruce Springsteen, Patti Smith

Data di uscita: 1978

Copyright: BMG Rights Management

 

 

Nell’ormai lontano settembre 2003 iniziai questa avventura editoriale senza però avere alcuna competenza nel settore specifico dell’hi-fi o dell’audio in generale.

Lavoravo all’epoca per diversi editori e il mio cliente principale era la Rizzoli Corriere della Sera.

Come già saprete, da allora divenni Amministratore di questa casa editrice che editava all’epoca due riviste oltre questa.

Da subito mi misi a lavorare per far quadrare i conti, lasciando la direzione editoriale di questa rivista al vecchio fondatore.

Il primo numero di Fedeltà del Suono di questa nuova direzione fu il 105, dedicato ai diffusori da pavimento, con in copertina le Nautilus 800 della B&W.

Mi ricordo perfettamente quel numero e molti degli altri che vennero dopo, anche se non partecipai in alcun modo alla loro realizzazione se non per il fatto di aver messo svariate decine di migliaia di euro necessarie alla sopravvivenza di questa e delle altre riviste.

Da allora abbiamo editato, con questo numero, 133 uscite di Fedeltà del Suono in poco più di 15 anni.

La rivista allora costava 4,70 € che, secondo l’ISTAT, equivarrebbero a 5,72 € di oggi… siamo aumentati più dell’inflazione “ufficiale” anche se la sensazione è che 4,70 € di allora valessero ben più di quello che l’ISTAT ci sta raccontando.

Mi ricordo che pochi giorni dopo la firma dell’atto costitutivo della BLU PRESS, l’Italia fu interessata da un black out generale dovuto alla rottura di una elettrovia proveniente dalla Svizzera, e che pochi giorni dopo Michael Schumacher vinse per la sesta volta il campionato del mondo piloti superando il record assoluto di Manuel Fangio! Altri tempi…

 

Oggi siamo qui a cercare di uscire da una delle più lunghe e pesanti crisi che la storia economica ricordi.

Sempre l’ISTAT oggi ha sentenziato che il PIL nel quarto trimestre del 2018 è diminuito dello 0,2% e che poiché questo ribasso ne segue un altro (quello del terzo trimestre 2018), da oggi siamo UFFICIALMENTE in recessione!

 

Come se non avessimo già abbastanza problemi…

 

Nel 2018 ci hanno raccontato che tutto andava bene, che non c’erano problemi, che tutto stava andando alla grande…

Non vi preoccupate! Non vi parlerò di “politica” con la “p” minuscola… ma vorrei parlare di futuro, visto che io, come voi, vivo qui e oggi ma opero per un tempo che ancora non è.

In questi giorni siamo oberati di lavoro a causa della FOLLE introduzione della FATTURA ELETTRONICA, ultimo regalo di una serie di governi che ci hanno portato alla RECESSIONE tecnica di oggi.

In altra parte della rivista Lorenzo Zen se la prende con l’Agenzia delle Entrate e con la FOLLIA di uno Stato che è tutto fuorché amico dei suoi cittadini, di uno Stato che fa la voce grossa con noi deboli ma che poi si comporta da debole nei confronti dei “veri” poteri forti.

 

Non so quanti di voi abbiano a che fare con la fatturazione elettronica. Spero per voi pochi!

È obbligatoria dal 1 gennaio, ma a distanza di un mese (sto scrivendo questo editoriale il 31 gennaio) la situazione è a dir poco caotica, per usare un eufemismo.

Molti piccoli operatori si sono adeguati subito ma lo Stato non era pronto…

Molte grandi aziende non lo hanno ancora fatto e stanno in questi giorni comunicando che le fatture cominceranno ad arrivare da metà febbraio…

Di sicuro c’è che questa operazione costerà moltissimo alle piccole e medie aziende, spingerà molti a fare il nero (si avete letto bene, parlo anche io di quello che Lorenzo ha ben descritto nel suo pezzo a pagina 46) e non produrrà alcun effetto benefico, visto tra l’altro che è un’operazione totalmente italiana, priva di collegamento con altre operazioni analoghe a livello comunitario, ad esempio.

 

Continuiamo a farci del male, come il buon Tafazzi plasticamente (nel senso della bottiglia!) ricordava nel suo esilarante sketch.

 

Evidentemente è proprio della nostra indole, quello di farci del male da soli, di metterci nelle condizioni migliori per dare il peggio di noi.

Siamo i peggiori nemici di noi stessi, senza dubbio.

 

Eppure, nonostante tutto e forse proprio contro a tutto e a tutti, io continuo a pensare che le cose possano andare meglio!

 

Leggo la mia rivista (prima di voi, lo so!!!) e vedo che quando si ha una passione, si vive meglio, si riesce a superare anche le piccole e grandi avversità della Vita, certi di avere una via d’uscita, un porto sicuro dove rifugiarsi quando le cose volgono al peggio.

C’è chi va a correre, chi gioca a tennis, chi va in moto, chi si da al giardinaggio, chi alla maglia (ebbene si conosco un amico che quando è stressato “sferruzza”!!!) e chi, come noi, ascolta musica… come può, dove può e quando può.

Ovvio che farlo di fronte al proprio impianto, nel silenzio della propria stanza, sia la condizione migliore ma, come mi è capitato più volte di dire, la musica si può ascoltare dovunque e in qualsiasi situazione.

Ho iniziato a scrivere questo pezzo ascoltando Patti Smith cantare Because the night e chiudo con Black magic woman di Carlos Santana… due grandi pezzi rock che danno energia e ci riportano a momenti lontani, ad emozioni antiche. La musica ha questo grande potere di allontanarti dalla realtà e condurti con lei sulle ali delle note, delle parole, del ritmo…

 

Sono sicuro che la musica fa questo effetto anche a voi e quindi vi saluto più sereno, pensando che magari saremo in recessione, magari il nostro potere d’acquisto cala giorno dopo giorno, e che magari non saremo governati dal migliore dei governi possibile (anche se io la penso diversamente!) ma la musica ci aiuta e ci aiuterà a vivere meglio la nostra Vita.

Certi che, parlando di notti buie e piene di lussuria, come ci racconta Bruce Springsteen, la notte appartiene agli amanti e quindi anche a tutti noi che amiamo la musica!

 

Scrivetemi pure, come sempre, senza remore a:

abassanelli@fedeltadelsuono.net

 

Buona musica e avanti tutta!

 


 

EDITORIALE

Cosa sarebbe la Vita senza la Musica?

di Andrea Bassanelli

 

IN COPERTINA

Bruce Springsteen

Pensieri e Parole

di Mauro Bragagna

 

IL CAPPELLO A CILINDRO

Lettere al Direttore

di Andrea Bassanelli

 

Reportage

Se non la condividi, che passione è? Ovvero: metti che una sera, dopo cena…

di Gabriele Brilli

 

IL REGNO DEGLI ASCOLTI

Diffusori da pavimento

Acoustic Energy AE109

E la musica SUONA!

di Gabriele Brilli

 

CD TRANSPORT

Primare DD35

Tra passato e futuro

di Roberto Pezzanera

 

Preamplificatore con ingressi phono, digitali e linea

Pro-Ject Pre Box DS2 Digital

Il piccolo tuttofare

di Gabriele Brilli

 

I DECALOGHI

di Lorenzo Zen

 

HI-END MAGAZINE®

Lettore CD/SACD integrato

McIntosh MCD600

Fare la differenza

di Dimitri Santini

 

Convertitore digitale analogico con alimentazione separata

MSB Technology Discrete DAC

California Dreamin’ in the Silicon Valley

di Alberto Guerrini

 

Amplificatore integrato

Esoteric F-07

Godzilla vs King Kong

di Dimitri Santini

 

IL CLUB BLU PRESS

Accessori – Modulo Iscrizione e Abbonamenti

 

LA BACCHETTA MAGICA

FDS MUSICA a cura della Redazione

NOTIZIE DAL MONDO DELLA MUSICA a cura di Giada Ventura

DISCO DEL MESE di Mauro Bragagna

ROCK E I SUOI FRATELLI AUDIOFILI di Mauro Bragagna

APPUNTAMENTI D’ASCOLTO a cura di Giada Ventura

DEUS EX AUDIO a cura di Paolo Lippe

 

ANNUNCI COMPRO/VENDO

a cura della Redazione

Pubblicità


Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.