Pubblicità


L’estate di Piji con il suo nuovo quintetto electro-manouche, la collaborazione con l’Alexanderplatz jazz club di Roma e soprattutto le serate come ospite fisso nel tour di Simona Molinari. Tutto questo mentre esce la sua cover “electro-swing” del grande brano rock di Vasco Rossi.

PIJI

Mai come oggi, nel nostro paese, è importante dire forte e chiaro il proprio “no”. Ma l’importante è farlo sempre con swing. Questo sembra suggerirci Piji con questa sua personalissima versione del grande successo di Vasco C’è chi dice no, brano uscito nel 1987 per l’omonimo album ma senza dubbio ancora molto attuale. Ora più di allora “c’è qualcosa che non va” o “c’è qualcuno che non ha rispetto per nessuno” ed è per questo che il proprio “no” va cantato con sempre maggiore impegno. Piji, per la sua rilettura electro-swing (genere molto praticato in nord Europa, ma ancora quasi sconosciuto in Italia), sceglie dunque il maestro Vasco, il rock italiano per antonomasia, probabilmente uno dei pezzi che sulla carta avrebbero meno a che fare con lo swing. Ma la sfida è lanciata. Si può fare. La chitarra manouche di Augusto Creni sposta il tutto verso il meraviglioso mondo di Django e considerando l’impasto immaginato da Maurizio Filardo per l’arrangiamento, fatto di corde, elettronica e suoni visionari (come la sega ad archetto), l’electro-swing diventa quasi electro-manouche.

Prodotto da Carlo Avarello per Isola degli artisti/Carosello records, C’è chi dice no è il secondo singolo ufficiale del cantautore romano. Nel frattempo Piji sarà ospite fisso di tutte le date del tour estivo di Simona Molinari (l’esempio più importante di electro-swing italiano), dopo la loro collaborazione nel brano Il mulo, inserito nel disco Dr. Jekyll & Mr. Hyde (Sanremo 2013) e continuerà anche per giugno la partnership del Piji Quintet con l’Alexanderplatz Jazz Club di Roma (5 giugno).

Hanno suonato in C’è chi dice no:

PIJI (voce e chitarra manouche)

AUGUSTO CRENI (chitarra manouche)

MAURIZIO FILARDO (synth programming, chitarre elettriche e sega ad archetto)

DANIELE NATRELLA (batteria)

MARCO CONTESSI (contrabbasso)

INTIMAN (Djing)

Pubblicità


Arrangiamento, riprese, missaggio e produzione artistica: MAURIZIO FILARDO presso lo studio DONKEY SHOT di Roma

Prodotto da CARLO AVARELLO per ISOLA DEGLI ARTISTI/CAROSELLO RECORDS

 

Alcune date estive di Piji:

 

5 GIUGNO – ROMA

Piji ELECTROSWING Quintet @ ALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB

 

22 GIUGNO – SISTIANA (TS)

Piji OSPITE di SIMONA MOLINARI & Mosca Jazz band @ CANTERA SOCIAL CLUB

 

24 GIUGNO – VERONA

Piji OSPITE di SIMONA MOLINARI & Mosca Jazz band @ TEATRO ROMANO

 

4 LUGLIO – ROMA

Piji OSPITE di SIMONA MOLINARI & Mosca Jazz band @ VILLA ADA

 

10 LUGLIO – PERUGIA

Piji OSPITE di SIMONA MOLINARI & Mosca Jazz band @ UMBRIA JAZZ

 

22 LUGLIO – PESCARA

Piji OSPITE di SIMONA MOLINARI & Mosca Jazz band @ PESCARA JAZZ FESTIVAL

 

Piji (Pierluigi Siciliani, Roma, 1978)

Il primo progetto discografico di Piji, targato Carosello records/Isola degli artisti con la produzione artistica di Carlo Avarello, è di stampo pop/jazz o, per meglio dire, electro-swing.

I testi di Piji, talvolta più impegnati e ironici, talvolta più poetici, si mescolano a tessiture elettroniche e swingate, con ampi echi di jazz manouche ed un approccio spiccatamente teatrale nei live.

Nell’estate 2013, esce il secondo singolo di Piji, C’è chi dice no, dopo che il suo primo singolo ufficiale Welcome to Italy aveva conquistato la vetta della classifica jazz di iTunes nel 2012.

Piji è stato 15 volte 1° classificato in rassegne dedicate alla canzone, tanto da assumere l’appellativo di “cantautore emergente più premiato d’Italia”. Tra i vari riconoscimenti il Premio Lunezia Future stelle 2010, il Premio Bindi 2009 (premiato anche come Miglior Testo e Miglior Musica), il Festival Dalla Sciamano allo showman 2010, il Premio Augusto Daolio 2007 e il Premio L’artista che non c’era 2007, il Premio Monteverde Pasolini 2013 con le Voci nel deserto.

L’attività di Piji conta negli anni più di 500 concerti (tra cui il W la gavetta tour), due EP (Lentopede e Prove di Metamorfosi), tre partecipazioni come ospite al Premio Tenco e quest’anno, dopo la collaborazione con Simona Molinari alla canzone Il Mulo all’interno del suo album uscito durante Sanremo 2013, Piji sarà ospite fisso de “La felicità tour” della cantautrice napoletana.

Tra le rassegne e i locali dedicati al jazz in cui si è esibito abitualmente negli ultimi anni, ricordiamo il Blue note di Milano, Villa Celimontana Jazz Festival, Alburni Jazz Festival, Casa del Jazz, Auditorium Parco della Musica e The Place.

Piji è laureato in Scienze della Comunicazione e lavora anche presso Radio Città Futura di Roma dove conduce in coppia con Ernesto Bassignano la trasmissione Rodeo. Sempre per Rcf ha condotto “Quartiere Latino”, “Tempi Moderni” e “Primo Spettacolo”, mentre per Rai International ha condotto “Notturno italiano”. Nel 2007, con una prefazione di Stefano Bollani, viene pubblicato il suo saggio musicale La canzone jazzata. L’Italia che canta sotto le stelle del jazz, che ha vinto nel 2008 il Festival Internazionale del libro musicale a Sanremo.

 

www.piji.it

 

Piji è SU FACEBOOK la promozione social “Scrivi il tuo C’è chi dice no”!

https://www.facebook.com/pages/Piji/226892784090254?ref=hl

Pubblicità