Pubblicità


“Coniugando Tecnologia e Design il designer può trasformare davvero la vita delle persone”

LG_verge_super_wideSi chiama “T-Sign” e non è un nuovo prodotto o una tecnologia del futuro ma una nuova parola, coniata da Mr. Kan-Heui-Cha – vicepresidente del Design Lab di LG Electronics, pluripremiato designer e ideatore del primo televisore OLED curvo del mondo – che sintetizza l’innovativa filosofia di approccio al design da parte dell’azienda coreana.

“In passato la tecnologia è sempre stata abbinata al design; il design di prodotto, quindi, stabiliva il trend del momento. Negli anni abbiamo assistito a diversi cambiamenti, sempre seguendo l’idea della perfezione. Siamo arrivati così a un design molto semplificato, quello comunemente definito minimalista”, dichiara Mr. Cha. “Oggi aggiungiamo una componente emozionale, per migliorare la user experience. Coniugando Tecnologia e design ci pregiamo di coniare una nuova parola, che sintetizza una filosofia: il “T-SIGN”. Possiamo quindi affermare che un bravo designer dovrebbe essere un “T-Signer”.

Mr. Cha – cinque volte premiato con il Red dot design Award, uno dei più autorevoli riconoscimenti di design a livello mondiale e in visita a Milano in occasione del Fuori Salone – rivendica la creatività dei coreani, dai cellulari ai TV e racconta com’è nata in LG la televisione del futuro.

“Andando indietro nella storia del televisore, partendo da quello a tubo catodico, pochi di noi ricordano una forma circolare; l’evoluzione ci ha portato ad una forma squadrata”, afferma Mr. Cha. “La scelta di curvare il pannello nasce dalla nostra sensibilità verso il fattore umano: i nostri bulbi oculari sono arrotondati; dando una forma arrotondata anche agli schermi sarà più facile avere una visuale ottimale (angolo ad angolo), e quindi un’esperienza visiva migliore. È questo il fattore chiave”.

Da un punto di vista tecnologico, la difficoltà dell’Oled non è legata principalmente al design: gli OLED hanno alle spalle un approfondito studio del prodotto. Un ostacolo da affrontare ha riguardato l’illuminazione: questi pannelli, infatti, non sono retroilluminati – non vengono cioè illuminati da una fonte di luce esterna – ma si illuminano autonomamente.

lg-oled-curvo“È stata davvero una sfida, una tecnologia molto difficile da sviluppare”, conclude Mr. Cha. “E siamo fieri di poter dire di essere un passo avanti ai nostri concorrenti che lavorano ancora sui prototipi. I nostri schermi esistono già e hanno uno spessore di 4 mm. Più sottili di un cellulare. E arriveranno sul mercato prima di quanto ci si aspetti”.

 

LG Electronics, Inc.

LG Electronics Inc., leader a livello mondiale tra i produttori di TV a schermo piatto, prodotti audio e video, dispositivi mobili, condizionatori d’aria e lavatrici, è costituita da più di 93.000 dipendenti in 120 sedi operative, che comprendono 84 sussidiarie in tutto il mondo. Con un fatturato di vendite mondiali pari a 45,22 miliardi di dollari nel 2012, LG è suddivisa in quattro business unit: Home Entertainment, Mobile Communications, Home Appliance e Air Conditioning. Per maggiori informazioni: www.lgnewsroom.com

 

LG Electronics Italia

Pubblicità


LG Electronics Italia ha chiuso il 2012 con un fatturato di oltre 353 milioni di euro. L’azienda, con sede a San Donato

Milanese e circa 250 dipendenti dislocati in tutta Italia, opera nei mercati di elettronica di consumo, telefonia mobile, elettrodomestici, prodotti informatici, condizionamento e soluzioni energetiche. Negli anni ha ottenuto ottimi risultati in ciascuna di queste aree ed è riuscita a essere presente su tutto il territorio nazionale in tempi brevissimi grazie a un’ampia offerta di prodotti estremamente innovativi e affidabili e ad una capillare rete di vendita.

 

Per maggiori informazioni: www.lg.com/it , www.lgblog.it

Pubblicità